Chiude a Napoli “Walk The Talk Festival”

Le donne in affari di Roma e Londra incontrano le partecipanti napoletane nel corso di un esclusivo cocktail party presso l’Hotel San Francesco al Monte, sabato 9 aprile 2022, dalle ore 10.30

Ci saranno tutte o quasi le partecipanti alla seconda edizione di una challenge appositamente pensata per le donne che si impegnano a realizzare quello che dicono.  Le WoW-Women On Women di Londra, Roma e Napoli si sono date appuntamento in presenza all’ombra del Vesuvio per un esclusivo cocktail party sia per la chiusura del festival che per festeggiare il primo compleanno del progetto.

Marianna Penna, ideatrice del progetto nato lo scorso anno in piena pandemia, ha concepito il Festival come un gioco di squadra: dinamico, creativo ma al contempo di responsabilità. Una vera e propria staffetta dove ciascuna runner assume il ruolo chiave di portare avanti la propria missione, compiuta la quale, rilancia il testimone alla successiva, al fine di trasferire ciò che si è raggiunto in ciascuna tappa moltiplicando il valore finale del percorso.

Start da Napoli con Puteca Celidonia – capitano Patrizia Visone (Vitrizia)

L’8 Marzo gli eventi sono partiti con una parata simbolica, capitanata da Patrizia Visone (imprenditrice e designer del brand Vitrizia), dal Rione Sanità a Napoli: In collaborazione con Puteca Celidonia, associazione culturale radicata sul territorio, Patrizia ha rappresentato insieme al suo brand, il leit motif del Festival di WoW facendo da portavoce di un’iniziativa dell’associazione contribuendo con materiali e strumenti alla realizzazione di un progetto mirato alla formazione di donne sul territorio, al fine di dar loro un’opportunita’: quella di conoscere una realta’ diversa da quella che vivono quotidianamente ed esplorarsi e conoscersi attraverso la formazione. Cinque le donne coinvolte di fascia di eta’ tra i 35 e i 50 anni, in due mesi, con incontro settimanale, formate dal costume designer Giuseppe Avallone, che hanno realizzato, interamente a mano, un arazzo in macrame’ dalle trame e colori distintivi. Un’attività che il designer ha fortemente voluto per portare queste donne in un viaggio nel tempo, riscoprendo un’arte, quella del cucire, che avvicina il cuore alla mente, la passione alla ragione per immaginare un futuro diverso e provare a realizzarlo.

A Roma per “Unite nel fare” – capitano Katiuscia Laneri (KappaElle.net) – VIDEO

Il 12 Marzo la staffetta è arrivata virtualmente a Roma. La capitana Katiuscia Laneri, giornalista e direttore responsabile di questa testata (media partner del progetto), ha moderato la tavola rotonda “Unite nel fare” che ha visto la partecipazione di sei professioniste, in ambiti completamente diversi. Un’opportunità per presentare quattro nuove partecipanti WoW alla community e progettare possibili collaborazioni e sinergie.  All’incontro erano presenti da remoto:  Teresa Balsamo, insegnante di scuola primaria con particolare impegnata nella promozione delle pari opportunità, affinché ogni bambino/a possa sentirsi libero/a di intraprendere qualsiasi professione. Il suo scopo è fornire loro le capacità e le abilità per poter uscire dalle gabbie di genere imposte dal contesto sociale.  Laura Carletti si occupa di Pubblicità Digitale –  partner certificato Microsoft Advertising – nello specifico struttura Campagne pay per click sui motori di Ricerca Google, Microsoft (Bing) e Amazon. Maria Elena Curzio presidente dell’associazione nazionale Cuoche a Domicilio, ha una società di produzione televisiva e cinematografica con cui realizza programmi di cucina e viaggi per il Canale 65 Alma TV. L’Avv. Cira Di Feo, esperta in sovraindebitamento, responsabile scientifico della Legal Professional Network Onlus, organismo di mediazione con varie sedi in Italia che supporta privati e pmi attraverso la legge 3/2012 (antisuicidi). Isidora Moles, cantante lirica e costumista. Impegnata a far conoscere l’arte della musica lirica alle generazioni giovani.  Maria Clara Mussa, fondatrice e direttrice di Cybernaua InformAction Magazine, da 19 anni il giornale tratta i temi della Difesa sia nazionale sia in teatri operativi quali Afghanistan Somalia Kosovo Libano Iraq con reportage fotografici molto apprezzati. 

“We are WoW” a Londra – capitano Marianna Penna (LEXeFISCAL)

Il 21 Marzo la staffetta virtuale è approdata a Londra. Il capitano Marianna Penna, supportata da un team di tre WoW women, ha tenuto un evento presso la prestigiosa sede di LEXeFISCAL, main sponsor dell’evento, parlando di benessere psico-fisico, maternità e sostenibilità anche in ambito business. Un evento all’insegna dell’empowerment, dal titolo “We are WoW”, a sottolineare che il mondo donna è fatto di mille sfaccettature, sulla sfera personale e quella professionale. Sempre a Londra, in occasione dell’International Women’s day (IWD), Marianna ha tenuto un evento presso lo showroom Platform a Londra con l’associata Stacy ed un’altra collega parlando di “Women rising together”, ovvero del potere delle donne di crescere insieme quando fanno squadra.

Inoltre, il festival ha celebrato le donne in affari con un mentoring program online: Dal primo marzo, per 7 settimane, con due incontri a settimana, con 10 esperti, sia inglesi che italiani, per un totale di 14 appuntamenti in ambito di personal development e formazione professionale, completamente gratuiti, a cui hanno partecipato circa 100 donne, tra Londra e l’Italia. Più 20 ore di formazione per fornire strumenti, idee e curiosita’ su temi che variano dalla salute, stile, canto, finanza, legge e fiscalita’ internazionale al marketing. 

Non sono mancate interviste ad ospiti settimanali: Esperte in diverse discipline che hanno condiviso la loro competenza con la community. Donne che hanno parlato di comunicazione, cucina, business strategy, psicologia, affrontando temi importanti quali maternita’ ed alcuni forti quali porno revenge.

La staffetta virtuale si chiuderà quindi in un evento in presenza a Napoli, da dove è partita, riunendo tutte le donne e i sostenitori che hanno reso questo percorso possibile presso l’Hotel San Francesco al Monte. Qui, la direttrice marketing Marianna Sarno e la proprietà, riconoscendo nella missione di WoW quella che era del convento oggi convertito in albergo (solidarietà ed accoglienza), ospiteranno l’evento di chiusura denominato “Mimosa Sprint”: Un tema che rappresenta la donna nello splendore della primavera, della sua continua rinascita, nella sua corsa e determinazione nel realizzare progetti da condividere.

Il party esclusivo, a cui è possibile accedere solo con invito, sarà occasione per festeggiare anche il primo compleanno di WoW.