Frida Kahlo, a Napoli la mostra evento con lettere e foto inedite

Per la prima volta in Europa, il pubblico potrà ammirare “Ojos que no ven corazón que no siente” (“Lontano dagli occhi, lontano dal cuore”), la mostra evento che rivela uno sguardo intimo e privato sull’artista più conosciuta ed amata del Messico, una selezione unica di fotografie, lettere, abiti e documenti prodotta da “Next Exhibition” e a cura di Alejandra Lopez, che si riferiscono a momenti conosciuti ed inediti della vita di Frida.

Il percorso indaga le fasi della vita dell’artista una specie di biografia, la giovinezza dove manifesta la sua ribellione vestendosi con abiti da uomo, l’incontro con l’amore della sua vita, Diego Rivera, fino alla sua sfortunata morte. Una difficile condizione fisica e al tempo stesso dalla forte capacità di reazione e resilienza di fronte alle avversità, ha saputo trasformare la sua immobilità in opportunità e la sua sofferenza in un’energia che l’ha resa immortale… una vera icona del mondo contemporaneo.Tra le foto in mostra è possibile ritrovare rarissime lettere scritte da Frida, che ci portano a scoprire dettagli della sua vita e del momento che ripercorrono la sua storia, la sua arte, le sue sofferenze d’amore e l’impegno politico per il suo paese.Nel percorso sono presenti le ricostruzioni degli ambienti cari all’artista: la camera da letto e lo studio di Casa Azul, una sala in cui manichini mostrano gli abiti più particolari che si adattavano alle sue esigenze, in particolare le gonne lunghe che usava per coprire la gamba destra, più sottile della sinistra, a causa della poliomielite contratta a 6 anni.Le fotografie inedite la ritraggono nei momenti più importanti della sua vita, sull’intimità di incontri amichevoli, catturati magistralmente da famosi fotografi.Il percorso tocca i punti più importanti della sua vita a partire dall’incidente che le costò un’infermità gravissima, all’amore per Diego Rivera, questo rapportò fu vissuto molto intensamente, molto burrascoso e causò grandi sofferenze, in particolare i tradimenti reciproci, fino a quello più traumatico con la sorella, che forse fu una delle cause della sua morte appesantendo un fisico già duramente provato dagli incidenti e dalle operazioni. Oltre all’impegno politico per il suo paese, fino ai suoi pensieri più intimi precedenti la sua morte sono presenti, riproduzioni di gioielli e abiti da lei indossati.Unica pecca, forse in questo racconto sulla biografia di un’artista polivalente, la sua voce che, nella prima sala definita “immersiva“, si pretenderebbe di far ascoltare ma l’audio non è il massimo.”Un personaggio intenso ed impegnativo , ha detto il sindaco De Magistris all’inaugurazione, Frida Kahlo rappresenta il coraggio, ci da grande forza e la consapevolezza che solo con la cultura si può trovare l’uscita fuori dal tunnel, Frida è stata un’anima del sud, calda, forte, concettuale sempre alla ricerca di una visione di autenticità, anarchica e mai superficiale”.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.