Campania, il presidente Vencenzo De luca inaugura un nuovo reparto all’ospedale di Pozzuoli

All’ Ospedale S. Maria delle Grazie di Pozzuoli, il Presidente De Luca ha inaugurato i nuovi reparti all’avanguardia della tecnologia . Accompagnato dal Direttore Generale Antonio d’Amore insieme con i sindaci dell’area flegrea , Vincenzo Figliolia e Josi della Ragione hanno visitato il nuovo blocco operatorio e il rinnovato reparto per la Procreazione Medicalmente Assistita.
Il presidente ha commentato “L’ Ospedale S Maria delle Grazie è uno dei più belli della Regione ed uno dei più importanti del Sud Italia, abbiamo delle sale operatorie che sono un orgoglio per la sanità campana ma dobbiamo continuare con gli investimenti, credo siano in vista per svariati milioni di euro”.
Il dirigente Antonio D’amore “ abbiamo raddoppiato le sale operatorie da 4 a 8 fra le più moderne in Regione e, mediante convenzioni, potrà essere a disposizione anche di altri ospedali della Regione Campania, alcune sono anche utilizzate al Santobono Posillipo per interventi di chirurgia robotica pediatrica, da poco è stata completata anche l’area per la procreazione medicalmente assistita con una sala per la crioconservazione ed una sterile per l’impianto degli embrioni.
Il reparto operatorio è all’avanguardia con una sala dedicata alla robotica, che l’Italia ci invidia, impianti video per la registrazione di interventi chirurgici e maxischermo di supporto in piena attività da alcune settimane, inoltre il sistema di collegamento video permette di effettuare seminari anche in collegamento da strutture straniere
In corso di miglioramento in ospedale ci sono interventi per oltre 13 milioni di euro, il più importante riguarda la creazione del nuovo padiglione in grado di garantire 100 posti letto in più”.

Il Governatore risponde alle domande dei cronisti riguardo la situazione del covid in generale “probabilmente lo abbiamo alle spalle ma dobbiamo ancora essere prudenti con le mascherine, mentre in Italia le hanno eliminate all’aperto siamo in una condizione ancora di allerta con feste in programma e dobbiamo ancora essere prudenti”.
“Il messaggio che è stato dato all’Italia è un messaggio sbagliato, irresponsabile, sembra che ormai la mascherina non si debba portare, no, si deve portare all’esterno, perché ci sono almeno due momenti nei quali si determinano pericoli e cioè entrata e uscita dalle scuole e durante la movida”.