TERRE MIE: IL CONCERTO DELL’EPIFANIA TRA MIGRAZIONI ED ECOSOSTENIBILITA’

Parole e musica per raccontare la complessità di un mondo che cambia: è una riflessione sulle migrazioni e sulla sostenibilità ambientale il filo conduttore della XXI edizione del Concerto dell’Epifania.

Ideata e promossa dall’associazione Oltre il Chiostro onlus di Napoli, curata dall’associazione Musica dal mondo e prodotta dalla Melos International, la tradizionale manifestazione di inizio anno si svolgerà lunedì 4 gennaio 2016 alle ore 20.30 presso il teatro Mediterraneo di Napoli per essere, poi, trasmessa mercoledì 6 gennaio alle ore 9,35 su Rai Uno.

<<Con la scelta del titolo <Terre mie> abbiamo voluto sintetizzare la nostra ispirazione al tradizionale messaggio inviato da Papa Francesco in occasione della 49° Giornata mondiale della pace>> ha dichiarato Giuseppe Reale, presidente dell’associazione Oltre il Chiostro. <<Raccontare in musica la massiccia migrazione di popoli in cammino verso la ricerca di orizzonti migliori e la sfida di un pianeta da salvaguardare come casa di tutti sarà il nostro contributo per invitare a riflettere e superare l’indifferenza nella ricerca comune della pace in tempi di integralismi religiosi e di fanatismi violenti>>.

Richiamando il titolo scelto per la XXI Edizione, il Concerto dell’Epifania presenterà una rilettura orchestrale della più significativa canzone di Pino Daniele affidata ad Enzo Avitabile: “Terra mia” sarà, infatti, uno dei brani significativi della serata musicale, per declinare al plurale il concetto di identità e di casa comune.

<<Grazie al rinnovato sostegno di Rai Uno, anche quest’anno siamo in grado di proporre un evento di respiro internazionale>> ha dichiarato Francesco Sorrentino, direttore artistico della manifestazione. <<Come succede ormai dal lontano 1996, il Concerto dell’Epifania si confermerà uno degli appuntamenti di punta della programmazione culturale in Campania>>.

Tra i protagonisti della XXI edizione da segnalare la presenza dell’Orchestra di Piazza Vittorio, l’ensemble diventata un’icona del multiculturalismo musicale; Hindi Zahra, interessante interprete di origini tuareg naturalizzata francese, e Sara Jane Morris, espressione di punta del soul bianco. Volto nuovo della manifestazione sarà Elisa Isoardi, a cui sarà affidata la conduzione della serata, mentre il M° Renato Serio dirigerà come di consueto l’Orchestra di Santa Chiara, che accompagnerà tutte le esibizioni.

L’immagine della XXI edizione verrà curata dall’originale interpretazione della giovane artista Cristina Cianci, con una sua installazione scenografica realizzata per l’occasione.

Come nelle precedenti edizioni, il Concerto dell’Epifania 2016 ospiterà nel corso della serata la consegna dei premi “Nativity in the world”, che il comitato promotore, presieduto da Gennaro Matino, assegnerà a due personalità che si sono contraddistinte per il loro impegno a favore della cultura dell’impegno e della solidarietà.

La XXI edizione del Concerto dell’Epifania e il cast completo saranno presentati lunedì 4 gennaio nel corso di una conferenza stampa.