Natale, ecco il vademecum per uno shopping online sicuro

Cresce la spesa online degli italiani del 16% rispetto all’anno scorso, con un italiano su due che sceglie internet per fare shopping con un picco previsto per le festività, tra offerte last minute e sconti che in questo periodo possono arrivare fino al 50%.

Solo pochi utenti sanno come riconoscere un sito privo di una connessione protetta, esponendosi quindi al pericolo di effettuare transazioni bancarie a rischio frode. La prima regola per la sicurezza degli utenti è prestare attenzione nel momento in cui viene richiesto di fornire informazioni personali o i dati della carta di credito, perchè gli inesperti potrebbero affidarle involontariamente nelle mani sbagliate.

Un altro consiglio è di leggere sempre l’informativa sulla privacy e non cliccare inconsapevolmente su uno o più consensi che autorizzano il venditore a inviare email o sms pubblicitari, o a cedere i dati ad agenzie di marketing che potranno poi effetturare telefonate promozionali.

Per fare acquisti online senza timore di rimetterci economicamente o essere assillati da pubblicità indesiderata, gli utenti devono imparare a districarsi tra le insidie del web per essere in grado di distinguere quando e se sia il caso di scaricare una app o digitare i propri dati personali su un sito web. In questo può essere d’aiuto un  vademecum per evitare brutte sorprese.

Il vademecum per gli acquisti on line
1. Usare un browser sicuro, ossia un programma di navigazione noto e aggiornare regolarmente antivirus, firewall e software di sicurezza;
2. Utilizzare password non facilmente crackabili da malintenzionati;
3. Controllare sempre la presenza del lucchetto sui siti web sicuri;
4. Dubitare di siti sconosciuti che promuovono sconti troppo allettanti: mentre si è alla ricerca di occasioni, il rischio di incappare in truffe è maggiore;
5. Prediligere il pc di casa: quello dell’ufficio potrebbe essere meno sicuro nel proteggere i dati della carta di credito;
6. Controllare che il venditore oltre all’indirizzo di posta elettronica abbia anche una sede con un indirizzo reale ed un numero di telefono a cui rivolgersi in caso di problemi legati all’acquisto dl prodotto;
7. Prediligere l’uso di carte prepagate;
8. Verificare che sulla proposta di contratto siano presenti le informazioni sul diritto di recesso e sulle modalità per esercitarlo;
9. Ricordare che anche comprando on line da vendito ri italiani, per acquisti superiori a 25 Euro ( iva inclusa), vale il diritto di recesso da esercitare entro sette giorni, a decorrere dalla data di consegna della merce o di sottoscrizione al l’ordine di beni immateriali;
10. Tenere ogni ricevuta ed esaminare ciascun pagamento.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.