I vini d’Abruzzo pratogonisti in Germania

I vini d'Abruzzo pratogonisti in Germania

Il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo sarà tra i protagonisti del vino italianoalla fiera internazionaleProwein di Düsseldorfgiunta alla sua 25^ edizione. La presenza abruzzese a Düsseldorf sarà valorizzata da due masterclass, una sul Montepulciano d’Abruzzo, e una sui vitigni a bacca bianca, che si terranno presso lo stand di Vinum, wine magazine di riferimento per Germania, Austria e Svizzera.

Il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo sarà tra i protagonisti del vino italianoalla fiera internazionaleProwein di Düsseldorfgiunta alla sua 25^ edizione. Presso lo stand del Consorzio  sarà possibile incontrare ben 38 cantine ambasciatrici diuna regione che vanta un’antica e sapiente tradizione enoica, inoltre per tutti gli operatori del settore anche un’area tasting delle 5 DOC abruzzesi.

La presenza abruzzese a Düsseldorf sarà valorizzata da due masterclass, una sul Montepulciano d’Abruzzo, e una sui vitigni a bacca bianca, che si terranno presso lo stand di Vinum, wine magazine di riferimento per Germania, Austria e Svizzera. A guidare le degustazioni Christian Eder corrispondente per l’Italia della testata.Ad arricchire la kermessedi eventi, sempre presso lo stand Vinum, guidata ancora una volta da Christian Eder, duemasterclass sui vini rosati, che prende vita nell’ambito del Patto Rosè, accordo siglato tra sei consorzi con l’obiettivo di valorizzare il vino rosa autoctono e portare nel mondo uno stile italiano del rosè.

Un grande interesse quello riscosso dai vini abruzzesi in Germania, da anni la prima nazione per importazione e con un trend in continua crescita. Negli ultimi anni infatti l’export dei vini abruzzesi sta conoscendo una forte espansione, confermando la Germania il principale mercato estero di riferimento, con un fatturato che nel 2017 ha superato i 32 milioni di euro e che nei soli primi nove mesi del 2018 ha registrato un +4%, confermando il trend.”In un mercato sempre più competitivo, occorre impegnarsi senza sosta per consolidare la propria presenza all’estero, che di fatto oggi rappresenta il vero bacino di crescita per il vino abruzzese. I dati dell’export relativi al 2018 sono davvero incoraggianti e ci lasciano ben sperare per il futuro”,afferma il Presidente del Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo, Valentino Di Campli.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.