Al VIGAMUS di Roma ultima tappa di Labourgames

Al VIGAMUS di Roma ultima tappa di Labourgames

Dopo le precedenti GAME JAM di Berlino, Amsterdam, Amburgo e Atene, l’evento finale del progetto LABOURGAMES si terrà a Roma, al VIGAMUS - Museo del Videogioco, da mercoledì 27 a domenica 30 marzo.

Dopo le precedenti GAME JAM di Berlino, Amsterdam, Amburgo e Atene, l’evento finale del progetto LABOURGAMES si terrà a Roma, al VIGAMUS – Museo del Videogioco, da mercoledì 27 a domenica 30 marzo. Un team centrale di jammers esperti, con 6 professionisti provenienti dalla rete LABOURGAMES e dalle precedenti Game Jam e tre Game Designers di Roma, si immergerà nel giocoso mondo del lavoro insieme a 12-15 jammer e appassionati locali per un massimo di 66 ore, nella cornice del Museo del Videogioco Italiano. A seguire, la presentazione dei giochi realizzati dal 2016 nell’ambito del progetto LABOURGAMES e una tavola rotonda con esperti internazionali.

LABOURGAMES punta ad unire il »mondo del lavoro« e il »mondo del gioco«, tramite l’uso smart dei principi del gioco e tramite la loro applicazione al mondo del lavoro, con l’obiettivo di facilitare gli effetti dell’apprendimento, i processi decisionali e la motivazione.

Un consorzio di partner di quattro paesi europei (DE, NL, IT e GR) – in collaborazione con altri partner strategici provenienti dal mondo dell’arte e del game design, dal mondo accademico e della ricerca, dal mercato del lavoro e del business, dalle organizzazioni open data e dal settore amministrativo e politico – ha messo in luce nuove prospettive sull’attuale sistema del lavoro in Europa. Il progetto europeo ha inoltre identificato nei processi di game development uno strumento potente per fare in modo che processi sociali complessi risultino più trasparenti e comprensibili per i gruppi partecipanti di tutte le età.

L’elemento centrale del progetto è una serie di cinque GAME JAM, realizzate nei paesi partecipanti al progetto, le quali si concentrano sulle numerose questioni e sfaccettature del mondo del lavoro. “Dalla fine del 2016, abbiamo creato giochi che si occupano dell’intersezione tra lavoro e gioco, delle prospettive future del mondo del lavoro o dei problemi attuali di entrata nel mercato del lavoro, in particolare per le giovani generazioni”, ha affermato Stefan Horn, project coordinator di LABOURGAMES e direttore artistico di urban dialogues. Questi giochi saranno in mostra durante la presentazione finale a Roma e sono sempre disponibili sul sito web www.labourgames.eu

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.