VOLONTARIATO IN PIAZZA CON LA FIERA DEI BENI COMUNI

Con il taglio del nastro del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, si è aperta ufficialmente la Fiera dei Beni Comuni, l’evento che mette in mostra le buone prassi del volontariato della città e della provincia, organizzato dal Csv Napoli (Centro di servizi al volontariato). La manifestazione, che andrà avanti fino alle 21 di domani, sabato 16 maggio, si tiene nel complesso monumentale di Santa Chiara, in piazza del Gesù. All’inaugurazione ha partecipato anche l’assessore ai beni comuni Carmine Piscopo e il presidente del Csv Napoli, Giuseppe De Stefano. Stand, seminari, animazione e concerti: la Fiera rappresenta un momento di grande coinvolgimento e aggregazione, un’occasione per incontrarsi e ripensare in modo critico gli stili di vita, per sensibilizzare la cittadinanza e soprattutto le giovani generazioni alla sostenibilità, alla legalità ed alla solidarietà, per riflettere sul rispetto dei beni comuni, sull’attenzione verso l’altro e per diffondere e condividere comportamenti consapevoli.

«Napoli è una città che crede nei beni comuni, nella partecipazione, nella riappropriazione di luoghi in passato abbandonati. Quella di oggi è la dimostrazione dell’esistenza in città di un terzo settore dinamico, capace di collaborare proficuamente con le istituzioni», ha detto il sindaco Luigi de Magistris. «La Fiera è una manifestazione importante, che sottolinea quanto sia importante in città la tutela dei beni comuni. Napoli è un laboratorio di politiche sociali», ha aggiunto l’assessore Carmine Piscopo. «La Fiera dei Beni Comuni diventa col passare del tempo un contenitore sempre più importante, capace di presentare alla città il volontariato ed il terzo settore, rimarcando il lavoro che questo mondo sta producendo in questo particolare periodo di crisi in termini di solidarietà e attenzione agli altri», ha, infine, spiegato il presidente del Csv Napoli Giuseppe De Stefano.

Tra i temi dibattuti, anche il cibo e la sovranità alimentare: grazie alla partnership con l’Expo dei popoli, infatti, si cercherà di  rispondere alla sfida “Nutrire il Pianeta” applicando i principi della Sovranità Alimentare e della Giustizia Ambientale. L’expo dei popoli è composto da oltre 40 organizzazioni no-profit italiane che hanno sottoscritto un  Manifesto che offre chiare indicazioni sulle soluzioni da mettere in campo per vedere finalmente riconosciuti e garantiti il diritto ad un’alimentazione adeguata e un uso equo e sostenibile delle risorse naturali.  La Fiera avrà, poi, un suo prologo domenica 17 maggio alle ore 11, quando nel  Complesso Monumentale di Santa Chiara verranno ospitate le riprese di “Quasi Amici”, format televisivo di Sky Sport 24, in collaborazione con Pasta Garofalo. Il format si associa alla Fiera dei Beni Comuni condividendone le tematiche e lanciando un messaggio per un calcio nuovo, ironico e positivo.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.