E’ di scena “Uasciazz”, la grande cena di Matera

Sannio Falanghina 2019 e Sannio Consorzio Tutela Vini - domani, sabato 7 settembre, in piazza San Pio X a Matera - saranno protagonisti della cena "La Uasciazz", il grande evento finale di Mammamiaaa.

Sannio Falanghina 2019 e Sannio Consorzio Tutela Vini – domani, sabato 7 settembre, in piazza San Pio X a Matera – saranno protagonisti della cena “La Uasciazz”, il grande evento finale di Mammamiaaa.Il progetto ideato da Matera 2019 – coprodotto da Fondazione Matera Basilicata 2019 e Casa Netural, in collaborazione con John Thackara e IdLab – ha già raccolto migliaia di ricette e storie di famiglia per celebrare il cibo ed il vino: elementi fondamentali della cultura umana che creano importanti relazioni, tra persone, comunità e territori diversi. Più di 3500 persone hanno partecipato da tutta Europa, organizzando pranzi, merende e cene per condividere preziose ricette locali e memorie di famiglia. Una occasione straordinaria per stare insieme, mangiare cibo di qualità e degustare la Falanghina sannita, raccontandosi aneddoti legati alla produzione e ricordando tradizioni ormai quasi scomparse.

Un momento conviviale, dunque, aperto a tutta la community internazionale della rete Mammamiaaa e di Matera 2019, con una sola regola: ogni partecipante è invitato a portare un piatto legato alla propria famiglia e qualcosa da bere da condividere.
Il programma di domani, sabato 7 settembre, prevede: ore 19.30, ritrovo in piazza San Pio X ed inizio della cena condivisa; ore 21.30, festa e musica per tutti.
L’intero allestimento della cena sarà plastic free, realizzato con materiale di riciclo e con piatti e posate compostabili.
L’evento è supportato da Sannio Falanghina 2019 e Sannio Consorzio Tutela Vini (partner di Mammamiaaa), Biscotti Di Leo (school partner di Matera 2019), Amaro Lucano (essential partner di Matera 2019) e Saicaf (official coffee supplier di Matera 2019).

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.