Come essere famosi prima ancora di nascere

E’ partito dalla Germania annunciando il suo arrivo il 30 aprile. Fino a quel giorno ha attivato una fase di pre-lancio che in poco più di un mese si è fatto spazio in altri nove Paesi europei, tra cui l’Italia, in dieci lingue diverse. Si tratta di un distributore di abbigliamento on line che non solo ha puntato la sua promozione sull’effetto “curiosità” limitandosi al “passaparola” sibillino e molto riservato, ma sta offrendo un’opportunità di guadagno a chi decide di registrarsi prima del lancio definitivo.

Avviare un’attività e-commerce richiede l’impegno di parecchie risorse, non solo economiche. Dressplaner, così si chiama la società, permette di avere un proprio negozio on line senza alcun anticipo né acquisti obbligatori e vincoli di qualsiasi genere. La proposta ha colto subito l’interesse degli amanti del fashion con la passione per il web e in poco tempo si contano già 58mila Distributori indipendenti che stanno promuovendo l’arrivo di questo nuovo modo di fare acquisti che oggi pare interessare oltre il 50% degli italiani.

La possibilità poi di poter creare una propria rete vendita è la leva che sta muovendo l’efficacissima pubblicità e che sta facendo di Dressplaner un brand già noto prima ancora del suo avvio ufficiale.

Fino al 30 aprile, infatti, il sito offre solo la possibilità di registrarsi gratuitamente. L’iscrizione non è vincolante e richiede esclusivamente i dati necessari per l’invio strettamente riservato, di tutte le informazioni dettagliate per lo svolgimento dell’attività, la presentazione dell’azienda e, ovviamente, la possibilità di poter acquistare se interessati.

Dressplaner GmbH  è un’azienda tedesca con sede ad Hamm, che opera da 20 anni nel settore tessile sotto la guida esperta di Marion Aundrup, anche se dallo scorso novembre il figlio ventenne Marcel ha assunto il ruolo di amministratore delegato.

Marion e gli altri componenti dell’azienda sono sempre disponibili sui social network e comunicano con tutti gli iscritti attraverso i webinar multilingue che si tengono ogni settimana in orari e in lingue diverse, così da permettere a chiunque di poterli seguire.

L’attività ha aperto un varco occupazionale anche a tanti altri settori, si pensi ad esempio agli interpreti. Tradurre dal tedesco in altre 9 lingue, anche in simultania per i webinar per gli iscritti, richiede professionalità e capacità che non possono essere inventate dall’oggi al domani.

Per quanto riguarda i prodotti, si tratta di abbigliamento e accessori per uomo, donna e bambino di taglie anche oversize, stili diversi (dal casual al classico) e prezzi per tutte le tasche, insomma, impossibile non trovare qualcosa da acquistare per sé o da regalare.

Commenti

  • a thought by Giovanna

    Straordinario

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.