Torna Code in the dark a Venezia

Visto il grande successo ottenuto lo scorso anno, Interlogica ha deciso di replicare il format del Code in the dark, l'unico evento in Italia dedicato al coding alla cieca, anche per il 2019. L'appuntamento per l'evento è fissato per il 20 settembre, dalle ore 19.00 presso lo spazio Argo16 , ex-spazio aereo di Marghera (VE)

Visto il grande successo ottenuto lo scorso anno, Interlogica ha deciso di replicare il format del Code in the dark, l’unico evento in Italia dedicato al coding alla cieca, anche per il 2019. L’appuntamento per l’evento è fissato per il 20 settembre, dalle ore 19.00 presso lo spazio Argo16 , ex-spazio aereo di Marghera (VE)

Una competizione che mette alla prova le abilità di coding front-end (CSS/HTML). Il format è un’iniziativa internazionale in cui ogni concorrente gareggia per implementare il design di un sito Web dato solo uno screenshot come punto di partenza. HTML, CSS e un semplice editor di testo sono gli unici strumenti che i partecipanti avranno a disposizione durante la gara, e nessuna anteprima dei risultati sarà consentita mentre si stanno sfidando.

La sfida è con altri esperti frontendisti in una serie di round di qualificazione di 20 minuti ciascuno, per conquistare un posto nel gran finale. Adrenalina e codice allo stato puro. Il vincitore è decretato dal pubblico.

Oltre al contest vero proprio per questa edizione ci sarà un’area dedicata al retrogaming (i giochi coin-op da bar di una volta per intenderci) e un’altra riservata alla sfida del fighting game basato su intelligenza artificiale elaborato da alcuni dev di Interlogica.
Quest’anno a supportarci moltissime realtà a partire da Luxottica e Seeweb entrambe sponsor dell’evento; parter tecnici come RedBull, Birra Antoniana, Printaly, D&D Pizza, Coinop Project. Nuove media partnership che coinvolgono associazioni di donne che si occupano di “codice” e tecnologia Women in tech e Women in Games Italia e poi Invenicement, HackinBo, Programmers in Padua, Notizie.it, Notiziabile, Marketing Arena e Spremute digitali.
L’evento, organizzato da Interlogica, mantiene il suo spirito e rimane totalmente gratuito sia per chi partecipa al contest che per chi partecipa alla serata come pubblico.
L’obiettivo rimane quello di diffondere la cultura digitale attraverso l’idea del gioco.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.