La Campania celebra “L’arte del pizzaiolo napoletano”

La Campania celebra "L'arte del pizzaiolo napoletano"

Quattro giorni di celebrazioni per festeggiare il secondo anniversario dell’iscrizione de “L’arte del Pizzaiolo Napoletano” nella Lista del Patrimonio Culturale immateriale dell’Umanità,

che è stato presentato in Regione, nella sala De Sanctis, da Chiara Marciani- Assessore regionale alle Pari Opportunità, Rosanna Romano – Direttore Generale per le Politiche culturali, Alfonso Pecorario Scanio – presidente fondazione Univerde, e Antonio Pace- Presidente Associazione Verace pizza Napoletana.
Lo storico riconoscimento è arrivato dopo tre anni di un percorso complesso, la raccolta firme ha raccolto adesioni da più di centinaia di paesi, per valorizzare il know how campano, il saper fare in una sintesi d’eccellenza che si identifica nell’antica arte popolare dei Pizzaioli.
Dal quattro al sette dicembre, quattro giorni dedicati a convegni incontri e degustazioni che la Regione, l’Associazione dei Pizzaioli, la Fondazione Universe hanno voluto dedicare alla regina della tavola campana ma ormai mondiale.
Si inizia dal Borgo Mariraro nel Ristorante “Zi teresa”, si incontreranno gli Influencer e i media presso L’Associazione Verace Pizza Napoletana, presso la reggia di Portici per un convegno “La pizza Napoletana: tra tradizione e scienza”, e per concludere nella chiesa di San Francesco di Paola, in piazza plebiscito dove sarà svolto il rito della benedizione dei pizzaioli da padre Mario Savarese e il taglio della torta celebrativo presso lo storico bar “Gambrinus”.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.