Al via Piano City Napoli edizione 2019

Al via Piano City Napoli edizione 2019

Un weekend dedicato alla grande musica da pianoforte , dai luoghi pubblici carichi di suggestione ai salotti di abitazioni private, numeri da capogiro tra gli eventi gratuiti (250), i pianisti coinvolti (700) e le location sparse per la città.

Un weekend dedicato alla grande musica da pianoforte , dai luoghi pubblici carichi di suggestione ai salotti di abitazioni private, numeri da capogiro tra gli eventi gratuiti (250), i pianisti coinvolti (700) e le location sparse per la città.
Il programma di Piano City Napoli 2019 è stato illustrato in conferenza stampa a Palazzo San Giacomo, in Sala Giunta, da Nino Daniele, assessore comunale alla Cultura e al Turismo; Marco Napolitano, presidente dell’associazione NapoliPiano; Dario Candela, direttore artistico Piano City Napoli sezione classica; Francesco D’Errico, direttore artistico Piano City Napoli sezione jazz contemporanea; Cristiano Bernardi, coordinamento artistico Piano City Napoli.
Come da tradizione si inizia in piazza plebiscito il 5 aprile alle 21 con il concerto di 21 pianoforti con la Ouverture delle più note opere a cura di patrizio Marrone e tutta una serie di novità ; i pianisti del Conservatorio san Pietro a Majella che si esibiranno durante tutta la settimana nelle “Sonate di Domenico Scarlatti” e l’Orchestra Regionale di Pianoforti dei Licei Musicali della Campania, che precederanno l’inaugurazione eseguendo musiche di Satie  e Mozart.
Le location sono una più interessante dell’altra per dare a questa edizione una impronta unica che rimarrà nella storia, dal Maschio Angioino, dove, sabato 6 aprile, si esibiranno Francesco Libetta e numerosi concerti a due pianoforti.
Domenica il Concerto all’alba e il Mappatella Beach ovvero il Concerto sulla spiaggia…ma uno dei punti forti sono gli House Concert, ovvero i concerti nelle abitazioni dei pianisti o di chiunque abbia in casa un pianoforte.
Numerose anche le partnership, dall’Aeroporto di napoli, al Secondo Policlinico coinvolgendo anche i turisti…grazie alle collaborazioni con i più grandi hotel cittadini dal Grand Hotel Parker a Palazzo Caracciolo passando per il Royal Continental Hotel.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.