Presentazione libro “soc-Correre, la nostra mission”

Presso la sede dell’Unione degli industriali di Napoli si è tenuta la presentazione del libro “soc-Correre, la nostra mission” che racconta i 65 anni di attività aziendale e di impresa familiare del “Gruppo Bourelly”.Ha introdotto i lavori il Presidente Unione Industriali Napoli Costanzo Jannotti Pecci,
erano presenti con Guido Bourelly autore del libro, Vittorio Ciotola Presidente Gruppo Giovani Confindustria Napoli, Sergio Rastrelli Senatore della Repubblica, Antonio Coppola Presidente ACI sezione di Napoli, Ferruccio Fiorito autore della prefazione.

Il gruppo è una realtà affermata nel settore del soccorso stradale delle emergenze 118 in cui l’età media è under 35 con salde radici nella tradizione, nasce grazie al nonno con un’impresa di famiglia in cui i figli hanno una gestione manageriale.

Il senatore Rastrelli “L’importanza di avere un’azienda familiare in un territorio difficile come quello campano, ha una storia con radici antiche consolidate che ha avuto la capacità di rinnovarsi sia come management e affrontare il futuro con nuove idee, i figli hanno preso le redini dell’azienda con responsabilità e con slancio.

Antonio Coppola il presidente dell’Aci ricorda alla platea che nacque con un iniziale prima ambulanza di soccorso stradale,  chiese i permessi per affrontare questo servizio e da allora opera come trasporto ambulanze, è un sodalizio che dura da decenni al servizio della comunità.

Guido Bourelly ha raccontato degli inizi con la prima ambulanza, con l’attività che si è allargata dando lavoro attualmente a centinaia di famiglie, aiutando anche associazioni di volontariato come l’Unitalsi per il trasporto delle persone con difficoltà di deambulazione.

Opera in Campania da tre generazioni con i due fratelli Alessandro e Guido che si occupano dei processi aziendali dell’organizzazione del soccorso.

“Durante la pandemia conclude l’autore del libro, ci siamo ritrovati ad essere non soltanto un’azienda ma con i dipendenti e i volontari abbiamo lavorato come se fossimo una vera famiglia”.

L’incontro è stato anche un pretesto per discutere con il management dell’Unione industriale per parlare del difficile momento della nostra economia del caro energia che richiede un grande impegno per le imprese napoletane e della Campania.

Dì la tua...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

CHIUDI
CHIUDI
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: