“Il Treno della Memoria” fa tappa a Napoli

Il treno ha iniziato il suo lungo viaggio da Trieste lo scorso 6 ottobre, 17 tappe 100 ore di marcia e qui a Napoli il milite ha ricevuto la cittadinanza onoraria, per giungere a Roma, dove concluderà il suo itinerario.

Per festeggiare il centenario del Milite Ignoto è arrivato alla stazione centrale di Napoli il “Treno della Memoria”, come prosecuzione simbolica dello storico viaggio del convoglio speciale che nel 1921 trasportò da Aquileia a Roma la salma del “Milite Ignoto”.
Il treno ha iniziato il suo lungo viaggio da Trieste lo scorso 6 ottobre, 17 tappe 100 ore di marcia e qui a Napoli il milite ha ricevuto la cittadinanza onoraria, per giungere a Roma, dove concluderà il suo itinerario.

Poteva essere napoletano il milite ignoto, poteva essere uno qualsiasi di noi quel giovane che dal 1921 simboleggia chi dà la vita per la pace.

Ad accogliere il treno il Comandante delle Forze Operative Sud, generale di corpo d’armata Giuseppenicola Tota e le autorità locali.

Il viaggio è stato organizzato dallo Stato Maggiore Difesa con le ferrovie dello stato per alimentare nei più giovani il ricordo dei caduti, al binario 9 decine di scuole in visita da tutta la regione.

Il Sindaco Manfredi ha voluto sottolineare che celebrare la “memoria” significa rimettere al centro i valori democratici del nostro Paese, e che ricordare vuol dire rendere omaggio alle Forze Armate. Al termine dell’intervento il Primo Cittadino di Napoli ha poi consegnato simbolicamente nelle mani del Comandante delle Forze Operative Sud, la pergamena con la delibera della concessione della cittadinanza onoraria del capoluogo campano al Milite Ignoto.

Il generale Tota “Per me il significato del Milite Ignoto va al di là dei caduti della Prima Guerra Mondiale speriamo di non dover più usarla la parola guerra, il milite ignoto è colui che in silenzio fa il proprio dovere ed ha perso pure la vita”.

All’interno tre carrozze visitabili, le autorità e gli studenti hanno potuto visitare i vagoni del convoglio, all’interno del quale è stata allestita una mostra fotografica che ripercorre la storia e il viaggio del Milite Ignoto, una multimediale ed una scoperta col feretro ricostruzione fedele di quello originale.

Il “Treno della Memoria” ripartirà da Napoli il 4 novembre per giungere a Roma, dove concluderà il suo simbolico itinerario, per ricordare il sacrificio di chi oggi, come allora, ha donato la propria vita per il Paese.

A celebrare il Milite Ignoto in tv il docu-film ‘La scelta di Maria’ andato in onda il 4 novembre in prima serata su Rai 1.
Ad interpretare la “madre d’Italia”, Maria, nel docu-film, diretto da Francesco Micciché che ripercorre la vicenda politica, sociale e umana dietro la nascita del Milite Ignoto, è Sonia Bergamasco, al suo fianco Cesare Bocci, nella parte del ministro della Guerra, Luigi Gasparotto, e Alessio Vassallo nei panni del tenente Augusto Tognasso.
“La scelta di Maria” vuole offrire alle nuove generazioni un ritratto umano e profondo di chi ha vissuto in prima persona una vicenda storica senza precedenti e rappresentare gli stati d’animo e le emozioni di un intero Paese, profondamente scosso dalla distruzione e dallo smarrimento generati dalla Grande Guerra.

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.