“Il mio Siani”, il libro presentato all’Università Suor Orsola Benincasa

In anteprima nazionale il libro ” Il mio Siani” nella Sala degli Angeli dell’Università Suor Orsola Benincasa, è stato presentato alla presenza del Rettore del Suor Orsola Lucio d’Alessandro, del direttore de “Il Mattino” Francesco De Core, del presidente della Fondazione Pol.i.s Don Tonino Palmese, del curatore del volume Pietro Perone, del presidente della Fondazione Giancarlo Siani Gianmario Siani e con letture della dottoressa Nadia Carlomagno.L’Università Suor Orsola Benincasa è sede dal 2003 della prima Scuola di Giornalismo del Mezzogiorno peninsulare con un’aula intitolata nel 2008 proprio a Giancarlo Siani. 
Il mondo del giornalismo è difficile e ci impegniamo per dare una formazione all’altezza, i nostri ragazzi studiano in un’aula dove c’è una targa simbolo dei nostri tempi, targa che fu inaugurata dall’allora presidente Napolitano, il commento del Rettore del Suor Orsola Lucio D’Alessandro.

Papa Francesco in una nostra intervista lo ha definito con tre concetti: il coraggio, che si vive nella quotidianità e non nei gesti eroici, la pazienza e di spirito di verità, così il direttore de Il Mattino, Francesco del Core.

E’ un libro di testimonianze molto diverse tra loro, magari un momento di rottura davanti alla vicenda tragica, magari la scoperta di un mondo particolare dopo aver visto il film, o aver letto altro materiale che ricorda il giornalista scomparso, ogni firma ha portato prestigio a questa iniziativa del mattino.

Pietro Perone il curatore “Il libro si differenzia dal precedente che era più di inchiesta, questo è più intimo, sono testimonianze che si sono allargate, dal Ministro di Grazie e Giustizia Marta Cartabia, la scrittrice Dacia Maraini, al regista Marco Risi, dall’ex calciatore del Napoli Ciro Ferrara, all’attore Alessandro Siani, le testimonianze di numerosi personaggi della cultura, dello sport, dello spettacolo, della magistratura, del giornalismo e della società civile, per raccontare un Giancarlo diverso dal solito che entra nella quotidianità.

“Grazie a Giancarlo so che esistono vivi che puzzano di morti, ma ci sono anche morti che profumano di vita: morti che ti fanno venire voglia di vivere”, cosi Don Tonino Palmese, presidente Fondazione Pol.i.s.

Conclude il Rettore, vogliamo celebrare questo spazio ogni anno che diventi un appuntamento fisso secondo noi il messaggio che Giancarlo ha voluto lasciare è quello di insegnare un percorso, un sentire comune, un punto di partenza, un percorso che non deve essere abbandonato, lui col suo giornalismo di inchiesta ha voluto lasciare una traccia.

“Non era facile organizzare un altro libro, ma lo avete fatto e noi vi ringraziamo perchè, con questo libro, Giancarlo arriverà di nuovo nelle case di tutti i napoletani e degli italiani, la cosa bella che sentiamo è che Giancarlo è ancora vivo nonostante siano passati 37 anni, noi andiamo nelle scuole e la percezione che sentiamo come se fosse ancora tra noi”, le parole di ringraziamento di Gianmario Siani, presidente della Fondazione Siani.

“Il mio Siani”, sarà in omaggio ai lettori del Mattino venerdì 23 settembre per ricordare Giancarlo Siani nel 37esimo anniversario della sua morte per mano della camorra.

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.