Al Don Bosco di Napoli donazione alimentare di qualità

Al Centro Salesiani Don Bosco di Napoli, Coldiretti Campania, Camagna Amica e Plasmon collaborano per donare pacchi solidali contenenti alimenti per l’infanzia e cibo di qualità proveniente dalla filiera italiana.
Mille chili di prodotti agroalimentari 100% Made in Italy donati alle famiglie in difficoltà dall’Istituto Salesiano Don Bosco di Napoli.

Medici Pediatri, la Coldiretti e la Plasmon hanno firmato un accordo di Intesa per donare ai più bisognosi beni prodotti di prima necessità, con la partecipazione di alcuni dei più importanti brand dell’agroalimentare italiano e di alcune fra le aziende più sensibili e attive sul fronte della responsabilità sociale d’impresa, tra cui Plasmon, Bonifiche Ferraresi, Eni, Snam, Intesa Sanpaolo, Generali, Barilla, Enel, Confapi, Tim, Inalca, Mutti, Parmigiano Reggiano, Osservatorio sulla Criminalità nell’Agricoltura e sul sistema Agroalimentare.

Il Don Bosco di Napoli con padre Fabio Bellino è un punto di riferimento per i ragazzi dei quartieri popolari e difficili della periferia napoletana come la doganella e l’arenaccia, danno ai bambini in difficoltà sia per la pandemia che per disagio familiare formazione, laboratori di educazione e sostegno.

All’Istituto Salesiani è avvenuta oggi una consegna simbolica di pacchi solidali a famiglie in difficoltà nella rete di solidarietà che gravita attorno ai padri, eccellenze alimentarie italiane come pasta riso formaggi salsa tonno e prodotti per l’infanzia come biscotti pasticcini e tanto altro.

Ecco perché la campagna che oggi hanno firmato Coldiretti con Filiera Italia e Campagna Amica, la Federazione Italiana Medici Pediatri e Plasmon è particolarmente importante.

L’alimentazione è un argomento molto importante per la crescita dei bambini nella fascia da 0 a 3 anni quindi è nostro compito e dovere dare alle famiglie il meglio dell’alimentazione che si possa trovare sul mercato e in questo caso Plasmon è sicuramente un eccellenza italiana.

Luigi Cimmino Caserta responsabile relazioni Plasmon ha messo in evidenza quanto sia importante la corretta alimentazione e la formazione per i bambini e le famiglie che vivono uno stato di difficoltà.

La partecipazione dei medici pediatri di cui il presidente Antonio Davino, ha voluto testimoniare quanto curare bambini in età pediatrica e dargli da mangiare in maniera intelligente ed oculata sia un segnale per avviarli verso un’alimentazione corretta visto che spesso loro sono soggetti a malattie metaboliche, fra tutte il diabete, la Federazione è vicina ai bambini oggi che diventano gli adulti sani di domani.

La Coldiretti dal canto suo con il direttore Loffreda è sempre presente e vicina ai più piccoli che sono la speranza di tutti noi.

Secondo le cifre Istat ci sono 5 milioni di persone in condizioni di povertà che è stata acuita e peggiorata dall’emergenza sanitaria covid e adesso anche dall’emergenza guerra che ha messo in difficoltà la filiera economica dei prodotti che vengono dall’est Europa quindi Coldiretti, i padri Salesiani e la Plasmon hanno organizzato questa campagna di solidarietà per andare incontro alla fascia più debole

Una menzione va fatta per il gruppo dei Salesiani che ci ospita perché ogni giorno danno un’ancora di salvezza alle famiglie ucraine che si trovano in difficoltà e che fuggono dalle bombe.