Energymed torna a Napoli

Nella Sala Magliano della Camera di commercio di Napoli si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della XIII edizione di Energymed che si terrà dal 24 al 26 marzo.

Nella Sala Magliano della Camera di commercio di Napoli si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della XIII edizione di Energymed che si terrà dal 24 al 26 marzo.
Sono intervenuti il Presidente della Camera di Commercio Ciro Fiola, la Vicepresidente del Consiglio Regionale della Campania Valeria Ciarambino, il direttore di ANEA Michele Macaluso, il Commissario Straordinario per gli interventi sulle discariche abusive presenti sul territorio nazionale Generale dei carabinieri Giuseppe Vadalá.
Tavolo moderato dal giornalista Francesco Tedesco.
Il tema principale di questa mostra di questa manifestazione sono sicuramente le energie rinnovabili e specialmente nelle ultime settimane il tema ha preso piede specialmente da quando la Russia ha invaso l’Ucraina riprende la corsa per il controllo del gas.
Un’edizione molto attesa dagli operatori dell’energia e delle grandi aziende del settore specialmente dopo il fermo dovuto al covid.
Si parlerà nel ricco calendario di transizione energetica con un convegno dedicato il 24 marzo organizzato da Anci Campania ed Anea solo per l’utilizzo di circa 200 miliardi di euro per investimenti su transizione energetica ed economia circolare.
L’incontro per la partecipazione di rappresentanti del Ministero dell’Interno, della Economia e delle Finanze sulle infrastrutture con esperti di Svimez, con la presenta dei sindaci dell’area metropolitana di Napoli e Salerno che illustreranno i progetti nell’ambito del PNRR.
La crisi ucraina ha reso quanto mai attuale il dibattito su come ottenere nel nostro paese energia alternative.
Ciro Fiola ha cosi commentato “Energymed è una fiera importante per Il nostro territorio come le altre fiere perché portano turisti ed economia però questo anno ha un significato molto particolare, ci fa riflettere sul nostro passato in cui abbiamo fatto sicuramente scelte sbagliate o addirittura non le abbiamo fatte, questo ci fa vivere di preoccupazione specialmente se si chiudono i rubinetti russi quindi questa lezione sulle nostre colpe ci deve portare a riflettere sulle energie rinnovabili.
Si parlerà di eolico con un convegno sullo stato dell’arte in Campania.
Macaluso direttore di Anea ( azienda napoletana energia e ambiente) “Vogliamo puntare sulle rinnovabili, sulla efficienza energetica e sulla via sostenibile per renderci quanto più possibile indipendenti negli approvvigionamenti che è causa anche di instabilità geopolitica e caro energia.
La manifestazione intende svolgere insieme con gli attori e i player nazionali istituzionali un ruolo attivo per costruire uno scenario energetico sostenibile in Italia e nel Mediterraneo rafforzare il rapporto con il mondo delle imprese ed essere un riferimento per le istituzioni e le comunità professionali e scientifiche, innalzare un evento a livello nazionale ed internazionale per focalizzare l’interesse anche di legislatori nazionali e locali.
Valeria Ciarambino vicepresidente consiglio regionale firmataria di una proposta per restituire il reddito energetico “E’ un tema che riguarda l’emergenza ambientale e la necessità di contenere il riscaldamento globale che sta diventando un emergenza sociale.
La Campania detiene purtroppo un primato negativo con una povertà sociale che si trasmette poi in povertà verso l’energia, la gente non arriva a fine mese e questo si trasmette sulle bollette.
Privato e pubblico devono mettersi insieme per superare questa emergenza nazionale, bisognerebbe autoprodurre di più per diventare indipendenti.
Un’edizione attesa dagli operatori, presenti Hitachi Rail, l’impresa che sta finendo i lavori per l’attivazione della Linea 6 della metropolitana di Napoli, al centro delle energie rinnovabili c’è Edison che già produce 300 MW da impianti rinnovabili in Campania e in collaborazione con RemTech Expo  con il supporto dei main partner ABB e dei partner Arriva Italia e SI Impresa