Il Premio dedicato ad Annalisa Durante giunge alla III edizione

Si è tenuta nella biblioteca dedicata ad Annalisa la cerimonia di apertura della terza edizione del Premio Nazionale Annalisa Durante “Amore è… Raccontare la Bellezza”. La forza rigeneratrice della memoria.
Il presidente dell’associazione Giuseppe Perna, intitolata alla memoria della giovane vittima innocente di Forcella, ha proclamato i vincitori del Concorso scolastico nazionale  con 114 candidature da oltre 5000 studenti di 15 regioni, collegatisi a distanza e con rappresentanti in presenza per assistere all’evento.
Al premio hanno partecipato scuole provenienti da tutta Italia, è quindi un premio nazionale per dire che Annalisa è viva e può rappresentare un modello educativo per questi giovani.
Gli studenti hanno inviato poesie, racconti, disegni, sculture, videoclip e saranno protagonisti nella biblioteca Annalisa Durante nei prossimi giorni quando i vincitori proclamati ritireranno i riconoscimenti.
Alla cerimonia erano presenti il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi, il prefetto di Napoli Claudio Palomba, l’arcivescovo di Napoli don Mimmo Battaglia, l’assessore alla legalità, alla sicurezza e all’immigrazione della Regione Campania Mario Morcone, il Questore di Napoli Alessandro Giuliano, la Direttrice del Dipartimento di Diritto Romano della facoltà di Giurisprudenza della Federico II Giuseppina Rubinacci.
Questo premio vuole esser un “Impegno a Vivere e continuare a vivere attraverso la memoria,
con i ragazzi impegno nell’educazione soprattutto dei più giovani, cosi il sindaco Manfredi, nella scuola l’impegno del recupero dei tanti che si sono allontanati dei percorsi educativi è il miglior modo per poter ricordare che per la tragica morte di Annalisa è possibile una Napoli migliore.
Michele Placido, Roberto bolle, Andrea Sannino che hanno voluto lasciare un video messaggio
“Per me è sempre il primo giorno, è una bella giornata, e ringrazio tutti quelli che mi sono vicini”, così Giovanni Durante, padre di Annalisa, la quattordicenne morta dopo essere stata colpita da un proiettile durante una sparatoria tra camorristi nel Rione Forcella nel 2004, parlando con i giornalisti al premio intitolato alla memoria della figlia.
Il segretario della “Fondazione Polis” Enrico Tedesco questo è il miglior regalo di compleanno per Annalisa, che oggi avrebbe compiuto 32 anni, è il terzo anno che ci coinvolgiamo con il premio, la memoria è sale sulle nostre ferite , uno stimolo a migliorarsi.
L’ artista Gino Quinto ha dedicato alla manifestazione un’ opera in resina e plastica ( “Senza titolo”) con una dedica ai ragazzi “sfruttati dalla criminalità”.