Ritorna la rassegna Artecinema

Il festival internazionale di film sull’arte, apre le porte del Teatro San Carlo finalmente al massimo della capienza, con due documentari dal taglio molto diverso, dal ricordo di Marisa Albanese al segreto di Banksy.


La 26ma edizione di Artecinema, presentata nel tradizionale e immancabile appuntamento nel teatro più antico di Napoli, viene presentata da Laura Trisorio introducendo la serata e ricordando la sensibilità di una grande artista Marisa Albanese
«L’arte ci insegna l’apertura, la tolleranza», dice Laura Trisorio sul palco.
Al suo fianco sul palco alcuni dei registi che, nei prossimi giorni, al Teatro Augusteo, saranno proiettati i loro film dedicati alle storie e ai personaggi della storia dell’arte.
E’ stato proiettato “Sguardo nomade”, un omaggio a Marisa Albanese, artista napoletana recentemente scomparsa, il primo documentario di questa prima serata e “Banksy Most Wanted”, di Aurélia Rouvier, Seamus Haley e Laurent Richard, dedicato ad un artista contemporaneo raccontato con un saliscendi di narrazione.
Non è affatto semplice stilare un profilo biografico, ci hanno provato giornalisti per dare una svolta alla carriera svelando il nome: il leader dei Massive Attack o un abitante di Bristol ? La risposta è sbagliata, giusta o entrambe le cose, come sostiene Steve Lazarides, editore, fotografo e collezionista, tra i primissimi a sostenere l’arte di Banksy lasciando indizi depistanti in giro.
Sul palco sono saliti e verranno poi proiettati nei giorni successivi al Teatro Augusteo: Corinna Belz, regista di “Inside the Uffizi”, Gilles Coudert, regista di “Jean Dupuy Ypudu”, Walter Fasano, regista di “Pino”, Alain Fleischer regista di “J’ai retrouvé, François Levy-Kuentz, regista di “Un été a la Garoupe”, Domenico Palma, regista di “Bochner Boetti Fontana”, Francesco G. Raganato, regista di “Roselena Ramistella”, Roselena Ramistella, fotografa, Sergio Risaliti, Direttore del Museo Novecento di Firenze.
La rassegna si tiene al Teatro Augusteo (fino al 18 ottobre), per riscoprire il piacere della sala, e si va dal dietro le quinte di “Inside the Uffizi” , fino al racconto privato della vita di Pino Pascali in Pino e ai progetti fotografici di Roselena Ramistella in “L’isola delle femmine”.
24 film in programmazione provenienti da diversi paesi, fra cui Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Germania, Finlandia, Australia, Serbia, saranno presentati per l’80% in anteprima nazionale e alcuni titoli saranno in anteprima mondiale, saranno proiettati in lingua originale con sottotitoli in italiano.
I film che verranno proiettati si imperniano sulla tematica delle arti visive e dei loro grandi artisti, documentari che raccontano la vita e la carriera dei big sulla scena internazionale della fotografia, dell’architettura e del mondo dell’arte.

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.