Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella al carcere di Nisida

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha fatto visita all’Istituto Penale per i minorenni di Nisida e al Rione Terra di Pozzuoli, accompagnato dalla ministra Cartabia e dal Presidente della Regione Campania De Luca.


La visita al carcere di Nisida, nell’istituto minorile il Presidente affida un messaggio ai ragazzi: «Occorre costruire una nuova strada dopo aver curato le ferite».
“La detenzione non sia una macchia indelebile, è come una cicatrice che nel corso del tempo scompare, l’importante è che non sia in alcun caso motivo di emarginazione, accantonamento, preclusione”, ha detto il Presidente rispondendo ad alcune domande dei ragazzi dell’istituto penale per i minorenni di Nisida”.
Al suo arrivo il Capo dello Stato ha salutato un gruppo di ragazzi provenienti dall’Istituto minorile di Nisida, che ha visitato stamattina a Napoli, ai quali ha fatto gli auguri.
Il presidente ha visitato i luoghi dove si sta tenendo la più grande esperienza di recupero sociale e reinserimento professionale in Europa, il progetto “Puteoli sacra” , di giovani provenienti dall’area penale grazie alla collaborazione con gli Istituti Professionali di Nisida e Pozzuoli
«La visita per noi è un evento importantissimo perché indica una direzione, indica la necessità di un processo di comunità in cui Stato, istituzioni, enti locali e chiesa si mettono insieme per dare un futuro a chi non lo avrebbe, ai più emarginati come i detenuti.
Il progetto “Puteoli sacra” significa mettere a disposizione i beni artistici e culturali del Rione Terra e della diocesi di Pozzuoli affinché questi giovani possano avere una possibilità», spiega ai giornalisti don Gennaro Pagano, direttore della fondazione Regina Pacis e cappellano del carcere minorile. 
Al rione Terra, la seconda tappa della visita con la zona presidiata dalle forze dell’ordine, sono arrivati i disoccupati del Movimento di lotta 7 novembre, che vorrebbero rappresentare al presidente della Repubblica le loro istanze e una delegazione dei lavoratori dello stabilimento Whirlpool di Napoli, che da mesi lottano contro la chiusura decisa dalla multinazionale americana, che proveranno a consegnare a Mattarella una lettera con la quale chiedono sostegno e vicinanza per la loro battaglia. 
Storie di talento e riscatto Intorno alle tele del Duomo di Pozzuoli mentre il Presidente, sosta affascinato dinanzi a uno dei quadri recuperati e custoditi nella cattedrale flegrea, Don Gennaro Pagano spiega che si tratta di un dipinto appena rientrato dalla National Gallery di Londra.
Il Presidente della Repubblica ha ascoltato brevi testimonianze sul progetto “Puteoli Sacra”, animato dalla Fondazione, del direttore della Fondazione e Cappellano dell’Istituto Minorile di Nisida, don Gennaro Pagano, di Dragana, una donna di 26 anni che partecipa al progetto, del 24 enne Luigi Cappella, ex ospite dell’IPM di Nisida, ora chef e studente dell’Istituto alberghiero, e di Danilo Venditto, educatore professionale.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.