“La Ragione” sbarca in Campania

Al Pan Palazzo delle Arti di Napoli è stata presentata la redazione campana del quotidiano La Ragione.


Seduti al tavolo accanto al Direttore del giornale, Davide Giacalone, c’erano Gerardo Ausiello, capocronaca de Il Mattino, Antonio De Pandis, Presidente dell’Associazione Socio-Culturale Alto Casertano, Tiuna Notarbartolo, giornalista e Presidente dell’Associazione Premio Elsa Morante, Domenico Santonastaso, Componente Consulta Garanzia Statutaria Regione Campania
Il quotidiano è nato il 2 Giugno in occasione della Festa della Repubblica, una nuova iniziativa editoriale in edicola e online: La Ragione – leAli alla libertà, un nuovo quotidiano nazionale d’opinione di ispirazione liberaldemocratica ed europeista.
Il giornale, indipendente e non legato ad alcun partito né associazione, vuole raccontare l’Italia della ripartenza, con approfondimenti delle principali notizie di attualità, politica ed economia, senza rinunciare a contenuti di sport, cinema, musica e costume.
La particolarità , per non gravare sui contribuenti, hanno scelto di non strutturarsi per richiedere contributi pubblici, la società editrice ha deciso di sostenere gli edicolanti, in una fase di particolare difficoltà, garantendo loro l’80% di commissione sul prezzo di copertina di 50 centesimi; il restante 20%, sempre come da accordi nazionali, è riservato alla catena di distribuzione nazionale e locale.
In un periodo di crisi finanziaria e confusione politica hanno voluto scommettere su un progetto ambizioso, come hanno spiegato prima il capocronaca, proveniente da una testata importante come il Mattino e poi il direttore editoriale Davide Giacalone, la scommessa è uscire dagli schemi, raccontare l’Italia e le notizie in maniera oggettiva e critica, lontano dai partiti
Tra le iniziative in arrivo, un programma di borse di studio per studenti meritevoli, in collaborazione con i più importanti atenei italiani.
«L’obiettivo principale è creare una piccola voce, imprevedibile, con un’identità ben precisa, che si propone come una sorta di terrazza per ospitare anche chi ha idee lontane dalle nostre, aprendosi quindi al confronto, purché sia contrassegnato da grande onestà intellettuale».
Nella presentazione , al direttore è stato chiesto, un’iniziativa editoriale che ruota anche su un giornale di carta appare un’impresa a dir poco coraggiosa?
Certo, ne siamo consapevoli, ma siamo anche convinti che l’oggettiva crisi dell’editoria, e della carta in modo particolare, non sia dovuta soltanto al completo cambiamento avvenuto nel rapporto tra lettore e prodotto editoriale, così se ci si fermerebbe a un’analisi superficiale, noi crediamo il lettore voglia una analisi molto più legata ai contenuti.
Coraggio ed ambizione sono gli argomenti più trattati in questa presentazione segno che il lettore cerca una voce fuori dal coro, per farsi una idea in un periodo cosi globalizzato , quando siamo bombardati dalle notizie grazie ai social e ai telefonini, ma il direttore, un editorialista navigato è pronto a rispondere ad ogni domanda con numeri e statistiche sia sulla attualità , vedi covid, che sulla cronaca, toccando argomenti di varia natura ( ad esempio sul tema della obbligatorietà della azione penale, che eliminerebbe, ma su questo il sottoscritto non sarebbe d’accordo).

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.