Nuoto, Pellegrini da Tokyo alla Scandone di Napoli

La terza edizione della International Swimming League, la Champions del nuoto, è il primo grande evento post Giochi di Tokyo, con al via 320 nuotatori che portano in dote 90 medaglie olimpiche. Grande l’attesa per Federica Pellegrini che è scesa in acqua giovedì e venerdì come capitana degli Aqua Centurions.


Federica è stata impegnata a qualificare per la prima volta il team guidato da Matteo Giunta con tanti azzurri in acqua, mentre per lei sembra che sarà l’ultima volta in un grande evento in una piscina italiana.
Se il team azzurro si qualificherà, ha deciso che allungherà fino ad Eindhoven la sua carriera dove nel 2008, prima di vincere l’oro olimpico nei 200 sl, stabilì agli Europei nella piscina olandese, il record mondiale dei 400 sl.
La ISL in pratica è un campionato del mondo di nuoto a squadre, nata 3 anni fa per volere di Konstantin Grigorishin, imprenditore e filantropo ucraino oggi di base a Londra, che ha stravolto il mondo acquatico con un format innovativo coinvolgendo grandi metropoli mondiali ed i più famosi nuotatori del pianeta.
Tra gli atleti più celebri che partecipano in ISL gli statunitensi Dressel e Ledecky, gli australiani Campbell e Chalmers, gli europei Sjostrom, Hosszu, Manaudou oltre a tutti i migliori azzurri, capitanati dalla “divina” Federica Pellegrini.
Massimiliano Rosolino è la voce dell’evento. “Fare da testimonial per la mia città è una cosa che mi ha sempre inorgoglito , quando mi hanno chiamato per propormelo ne sono stato estremamente contento”.
La terza edizione della Isl è scattata da Napoli dove dal 26 agosto a fine settembre si sta svolgendo la prima fase da cui verranno tagliati 2 team, gli 8 promossi ai playoff si sposteranno a Eindhoven a novembre: le 4 squadre disputeranno la Grand Final a gennaio.
La squadra, gli “AQUA CENTURIONS GM” con Domenico Fioravanti, capo allenatore Matteo Giunta.
La formazione femminile Pellegrini, Castiglioni, Di Liddo, Dawson (Gb), Lesaffre (Fra), H.Barratt (Aus), Hibbott (Gb), Kameneva (Rus), Carraro, Omoto (Gia); Di Pietro, Polieri, Taylor (Aus), Caramignoli, Nasretdinova (Rus), mentre quella maschile è formata da Miressi, Kamminga (Ola), Kalisz (Usa), Sabbioni, Santi (Bra), Scozzoli, Borodin (Rus), De Deus (Bra), Chierighini (Bra), Ciampi, Rivolta, Martinenghi, Kawecki (Pol), Szabo (Ung), Ceccon, Grinev (Rus), Munoz del Campo (Spa).
Federica Pellegrini il capitano della squadra ed alle ultime bracciate in carriera, lo statunitense Chase Kalisz, oro a Tokyo nei 400 misti, l’olandese Arno Kamminga, argento nei 100 e 200 rana, Thomas Ceccon, argento nella 4×100 stile e Niccolò Martinenghi bronzo nei 100 rana.
Ogni match dura due giornate quindi alla fine di questa sessione avremo una classfica solo provvisoria.
Le squadre in gara sono 4: tra i loro ci sono i campioni della stagione 1 Energy Standard, i Dc Trident , gli Aqua Centurions e i nuovi arrivati della stagione 2, i Toronto Titans .
Dopo aver terminato al primo posto nel 2019, Energy Standard si è piazzata seconda assoluta nella finale della Stagione 2, nel 2020 , i punti di forza della squadra francese non sono diminuiti, e la squadra di Parigi rimane la favorita tra i quattro.
La prima sessione di gare ha visto i Centurions un pò in affanno, piazzamento al quarto e sesto posto, entra in acqua Federica Pellegrini per la sua prima apparizione a Napoli, dove ha dichiarato che concluderà la sua carriera, conclude al 4° posto.
Aquacenturions che con la formazione alla corsia 7 domina la 4×100 stile libero maschile e porta 28 punti al team avvicinandosi al secondo posto della classifica generale, in definitiva portano a casa il punteggio più alto facendo la somma dei punti.
La scelta dello stile per la gara di domani verrà fatta eliminandone uno da parte della 3° squadra classificata, un’altra eliminazione da parte dei secondi e poi la scelta da parte dei vincitori tra i due stili rimasti.
La classifica aggiornata al primo giorno di gare Energy Standards a 265 pt, Aqua Centurions a 235, Toronto a 233, DC Trident a 167.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.