Tutti in panchina a teatro con il maestro Pingitore

Era ora! Un po’ alla volta, quasi sempre all’aperto, e rispettando comunque le precauzioni per il Covid-19, pian piano si rimette in moto la macchina dello spettacolo, per un ritorno alla normalità che tutti desideriamo da tanto tempo.

Pingitore con Pippo Baudo e Giampiero Ingras
Pingitore con Pippo Baudo e Giampiero Ingrassia

E cosa c’è di più normale che trascorrere una serata in allegria? Ci aiuta a farlo una solida squadra di attori, al servizio di “Se la panchina parlasse”, scritto e diretto di Pier Francesco Pingitore, già andato in onda su Canale 5 lo scorso ottobre ed oggi riproposto in una versione rinnovata con diversi richiami ai temi della cronaca più recente: l’identità di genere, i cinghiali in giro per Roma, la campagna vaccinale.

È infatti una comune panchina la vera protagonista dello spettacolo: l’alternarsi dei personaggi che vi ci siedono (coppie, amici, passanti), con le loro storie di amori, gelosie, tradimenti, sogni proibiti, è lo spunto per una divertente sequela di gag. Ed allora, tra una coppia che litiga su come farsi un selfie, un’altra alle prese con qualche kg di troppo messo su negli anni, abbiamo anche la sindaca Raggi che inaugura una piazza a suo nome (con l’immancabile refuso nella targa), o assegna un premio all’angolo di Roma più sommerso dai rifiuti, o due virologi che rimpiangono i tempi in cui le TV li chiamavano come ospiti.

Tra il numeroso pubblico presente anche due illustri spettatori del calibro di Pippo Baudo e Giampiero Ingrassia (come nella foto)

Il cast di “Se la panchina parlasse” si compone di: Martufello, Manuela Villa (interprete anche di pregevoli intermezzi musicali), Morgana Giovannetti, Valentina Olla, Federico Perrotta, Alessandro Tirocchi.

Le scene ed i costumi sono di Graziella Pera; le musiche originali sono opera di Edoardo Simeone.

 

 

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.