Amedeo Salerno, una vita per lo sport

Una vita per lo sport, vissuta con passione infinita, costruita attraverso sacrifici, idee, intuizioni, successi personali e qualche sconfitta. È la biografia di Amedeo Salerno, raccontata in un racconto a cavallo di due secoli che permette di scoprire, anche a chi non lo ha mai conosciuto, uno dei personaggi che ha fatto la storia dello sport.


Scritta a quattro mani da Carlo Zazzera e Marco Lobasso, una presentazione moderata magistralmente da un decano del giornalismo campano, nonché presidente nazionale USSI Gianfranco Coppola , presente il presidente del circolo Posillipo Vincenzo Semeraro e Annamaria Meterangelis consigliera del Circolo

Dalla guida della Polisportiva Partenope, con la vittoria della Coppa delle Coppe nel 1970 della mitica Fides, dalla vicepresidenza della Federazione Italiana Pallacanestro, passando per l’organizzazione degli Europei assoluti nel 1969, il più grande evento sportivo a Napoli prima dell’Universiade del 2019.
L’impronta della narrazione è giornalistica, ma non mancano squarci di vissuto interiore di Amedeo Salerno, trovano spazio storie ed emozioni della sua vita dai bombardamenti fino alla presidenza del CONI di Napoli.
Aveva una visione di prospettiva per lo sviluppo dello sport tra i giovani e nelle fasce più disagiate, oltre alle sfide per migliorare l’impiantistica sportiva della città.
Racconta inedite e significative esperienze, attraverso la penna degli autori, storie ed emozioni della sua vita, un ritorno al passato attraverso i ricordi dei primi passi da ragazzino: dalla prima società sportiva, fondata tra le macerie della chiesa di Santa Chiara.

La biografia racconta uno degli esempi più cristallini di dirigente, legato indissolubilmente al Basket e alla sua Napoli, è un grande esempio sia per le generazioni di dirigenti che per tutti  gli uomini e le donne che amano lo sport.
La conferenza stampa , sembrava una chiacchierata tra amici, tra aneddoti di vita vissuta ed esperienze ufficiali, con gli autori, alcune tra le indimenticate medaglie d’oro olimpiche napoletane, tra cui Sandro Cuomo, Pino Maddaloni, Franco Porzio.

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.