Consegnato il premio “Riflettore Donna”

Sono state consegnate le Civiche Benemerenze “Riflettore Donna” 2020 e 2021 a Valentina Parma e Francesca Meneghetti.

Sono state consegnate le Civiche Benemerenze “Riflettore Donna” 2020 e 2021 a Valentina Parma e Francesca Meneghetti.

La cerimonia, a cui hanno partecipato il sindaco Mario Conte, l’assessore alle Politiche Sociali Gloria Tessarolo e le presidenti della Commissione Comunale Pari Opportunità e della Consulta Femminile Valeria Zagolin e Monica Baldessin, si è tenuta in forma ridotta a Palazzo Rinaldi in ottemperanza alle norme di contenimento del contagio da Covid-19 ed è stata trasmessa online sulla pagina Facebook del Comune di Treviso.

Valentina Parma, collegata in videoconferenza da Philadelphia dove attualmente prosegue l’attività di ricerca e docenza alla Temple University, ha ricevuto il premio come affermata ricercatrice neuroscientifica trevigiana «per la capacità di testimoniare il proprio impegno nella costante dedizione alla sua professione di ricercatrice, nella partecipazione attiva e pregnante al mondo dell’Associazionismo femminile con la fondazione di WIOS, rivolgendo ogni suo sforzo alla promozione della parità di genere e ai percorsi di mentoring per le giovani ricercatrici che esplorano e studiano l’affascinante mondo degli odori e i suoi effetti sulle relazioni sociali; per la sua mission di comprendere come segnali inconsapevoli influenzino il comportamento sociale e soprattutto su come sfruttare tali segnali per favorire la diagnosi e il trattamento dell’autismo, obiettivo nato anche dalla sua particolare sensibilità e attenzione rivolta proprio ai bambini autistici. Inoltre, per l’esempio dato alle nuove generazioni riguardo le possibilità culturali e lavorative offerte dalla ricerca scientifica e per essere attiva testimone del ruolo determinante delle donne nella crescita civile della nostra Comunità».

L’entusiasmo, la determinazione e la curiosità di Valentina Parma sono state raccontate da Manuela Chiarante, già docente di Lettere dell’insignita.

Il premio è stato ritirato dai genitori della ricercatrice.

Francesca Meneghetti è stata premiata «per aver dedicato la sua vita con profonda passione e grande dedizione all’insegnamento come Docente all’Istituto Plank occupandosi di storia e di nuove tecnologie applicate alla didattica e come referente formatrice nella Direzione scolastica provinciale; per la sua preziosa attività come componente del Comitato scientifico dell’ISTRESCO, dove ha testimoniato il suo impegno civile nella ricerca storica

sulla società della nostra città, finalizzandone l’approfondimento e la diffusione attraverso convegni e pubblicazioni rivolti anche alla valorizzazione della storia delle donne e per essere stata ed essere attiva testimone del ruolo determinante delle donne nella crescita della Comunità». 

Prima della consegna all’insignita, il rappresentante di Istresco Amerigo Manesso ha portato una testimonianza sull’importanza degli approfondimenti svolti dalla professoressa Meneghetti.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.