Fermata “Mostra” della Cumana dedicata a Diego Armando Maradona

E' stata dedicata a Diego Armando Maradona, recentemente scomparso, la Stazione Mostra della Cumana di Napoli, nel quartiere di Fuorigrotta,( linea metropolitana che collega il centro antico con la periferia nord), arricchita con i murales dei calciatori del Napoli, con i grandi campioni della storia azzurra, dal grande Diego e Careca, a Canè, fino a Cavani e Hamsik in totale 130 personaggi che abbelliscono i pannelli della banchina lunga 300 metri.

E’ stata dedicata a Diego Armando Maradona, recentemente scomparso, la Stazione Mostra della Cumana di Napoli, nel quartiere di Fuorigrotta,( linea metropolitana che collega il centro antico con la periferia nord), arricchita con i murales dei calciatori del Napoli, con i grandi campioni della storia azzurra, dal grande Diego e Careca, a Canè, fino a Cavani e Hamsik in totale 130 personaggi che abbelliscono i pannelli della banchina lunga 300 metri.


Tra i volti del Napoli raffigurati c’è anche quello del presidente del Calcio Napoli, Aurelio De Laurentiis, che ha tagliato il nastro alla cerimonia inaugurale assieme al presidente Eav, Umberto De Gregorio.
Il presidente Vincenzo De Luca, insomma, ha battuto sul tempo il sindaco Luigi De Magistris che ha annunciato due giorni fa la volontà di intitolare a Maradona l’altra stazione Mostra, quella della Linea 6, che però aprirà solo l’anno prossimo.
Infatti, il metrò leggero è chiuso al pubblico a causa dei lavori di ampliamento, De Magistris ha annunciato l’apertura per maggio dopo un effettuato un sopralluogo alla stazione della Linea 6 della Metropolitana, che nelle intenzioni dell’Amministrazione comunale sarà denominata ‘Mostra-Maradona’.
Tra il governatore De Luca e il patròn azzurro Aurelio De Laurentiis, c’è un gran feeling, infatti Il presidente azzurro non ha mai nascosto le sue simpatie per l’ex sceriffo di Salerno, che peraltro ha finanziato con oltre 21 milioni di euro il restyling del San Paolo con le Universiadi, per il quale alcuni lavori sulla copertura sono ancora in corso, mentre era naufragato, invece, il progetto di ristrutturare lo stadio in Comune, con la legge sugli stadi, che non passò il vaglio dei tecnici di Palazzo San Giacomo.
Al pibe de oro infatti sono stati dedicati ben due murales, all’interno della stazione infatti ci sono tutti i giocatori, i presidenti e gli allenatori più rappresentativi della storia del Calcio Napoli, anche chi negli scorsi anni ha scelto di lasciare il club suscitando le ire dei tifosi come Higuain e Sarri.
All’inaugurazione hanno preso parte tra gli altri il Presidente del Calcio Napoli Aurelio De Laurentiis accompagnato dall’attaccante Victor Osimhen.
Tra i tanti volti noti immortalati, e le immagini dei successi del club, è presente anche il volto di De Laurentiis e quello di Gattuso. Secondo indiscrezioni è un progetto durato un anno e di cui il nastro è stato tagliato a due settimane dalla scomparsa di Diego ancora una volta sembra uno scherzo del destino.
Maradona e la storia del Calcio Napoli sono raffigurati in questi 300 metri di banchine al piano meno uno della stazione Eav di Fuorigrotta, sembra di essere allo stadio, in una escalation di ricordi. Tra i vari disegni c’è Sarri, Cavani , Hamsik, mertens Insigne, Sosa , a sorpresa c’è anche Gonzalo Higuain, ripreso di spalle (forse non è un caso) immortalato mentre compie una rovesciata nella partita di campionato contro il Frosinone allo stadio San Paolo.
Una cerimonia , mi dispiace ammetterlo, che si sarebbe potuto organizzare meglio, magari all’aperto, distanziati, invece nonostante gli sforzi delle forze dell’ordine, e la fatica dei singoli partecipanti di rispettare le regole in un posto al chiuso, se dovessi dare un voto agli enti che si sono adoperati per la riuscita dell’evento darei una sonora insufficienza.

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.