Giornalisti in piazza per la libertà di informazione

Stamattina decine di giornalisti, tra i maggiori esponenti degli ordini regionali si sono ritrovati in piazza, in venti città italiane, per partecipare al flash mob “Giù Le Mani Dall’Informazione” lanciato dalla Federazione Nazionale della Stampa italiana e sostenuto anche dal Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti.

A Napoli, in piazza del Plebiscito (foto) l’azione locale è stata promossa dal Sindacato Unitario Giornalisti della Campania, guidati dal segretario Claudio Silvestri, che non ha risparmiato attacchi diretti all’attuale governo e in particolare a Luigi Di Maio, anch’esso iscritto all’ Ordine dei Giornalisti della Campania, e che ha già inoltrato un fascicolo al consiglio di disciplina che deciderà se avviare o meno un procedura nei confronti del Vice Premier.

I tagli ai fondi per l’editoria preoccupano non poco Ottavio Lucarelli, presidente dell’ordine campano, il quale ha dichiarato che “questo comporterà la chiusura di diverse testate locali che assicurano pluralità di informazione e arrivano dove la stampa nazionale non arriva e quindi ci saranno molti posti di lavoro a rischio, per giornalisti e poligrafici”.

Lo striscione che capeggiava al centro del comitato, esposto davanti la Prefettura, era chiaro e ben visibile e raccoglieva il pensiero di tutti i presenti: «No a qualsiasi forma di controllo, no censure».

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.