L’intelligenza artificiale migliorerà la ricerca di nuova occupazione

Trovare un nuovo lavoro può essere esso stesso un lavoro! Perfezionare il curriculum, controllare siti web e fare networking tra amici e conoscenti è anche motivo di ansia. Le ricerche di lavoro del futuro saranno invece un’esperienza completamente diversa, con la tecnologia che allevierà gran parte dei passaggi.

Tutti gli esperti concordano sul fatto che l’uso dell’intelligenza artificiale semplificherebbe la complessità dell’adeguamento del lavoro ai talenti e che la ricerca di un posto e l’esperienza di reclutamento del futuro comporteranno più tempo di risposta e meno spamming.

L’enorme quantità di informazioni sulle competenze professionali, gli stipendi e le tendenze degli utenti rende impossibile far combaciare le persone con le posizioni senza usare l’intelligenza artificiale: I calcoli si basano su quali salari sarebbero adeguati per un determinato lavoro, in un luogo specifico o presso una determinata azienda. Anche il titolo esatto del lavoro entra in gioco.

In un futuro non certo lontano le persone in cerca di lavoro vedranno probabilmente una riduzione del loro tempo di ricerca. Man mano che l’intelligenza artificiale e il machine learning si sviluppano sul campo, il servizio dovrebbe essere in grado di suggerire nuove opportunità molto più compatibili basate sull’esperienza lavorativa, le competenze, lo stipendio, gli interessi e la posizione di chi cerca lavoro. Un’Intelligenza artificiale orientata alla carriera dovrebbe anche dire alle persone in cerca di lavoro se vengono retribuite equamente nel loro posto attuale, con un alto grado di precisione, rispetto ad altri nel loro campo.

Per i reclutatori è fondamentale valutare le competenze fin dall’inizio, il che richiederebbe un test su una piattaforma di ricerca del lavoro per risparmiare tempo sia per il selezionatore che per chi cerca lavoro.

La previsione è che piattaforme o servizi per la ricerca diventeranno in ultima analisi centri di istruzione, offrendo servizi per lo sviluppo delle competenze che valutano anche la competenza, rendendo più facile per le persone in cerca di lavoro dimostrare la loro qualità ai selezionatori, con i quali sarebbero abbinati.

Linkedin utilizza l’intelligenza artificiale per analizzare i dati di chi cerca lavoro, così come le informazioni sugli oltre 500 milioni di utenti registrati. Ha registrato miglioramenti di efficienza verso l’ alto del 50% nei prodotti di base per il reclutamento dal numero di interazioni che servono per trovare un candidato che si impegna nel processo, o raggiunge una certa fase, o trovare un candidato che viene assunto.

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.