ITALIAN MOVIE AWARD 2016 CONTINUA A COLLEZIONARE CONSENSI

Dopo il successo della presentazione ufficiale in occasione del 69° Festival de Cannes e della serata di apertura di lunedì 1° agosto con le bellissime attrici Miriam Leone ed Emanuelle Bains, strepitoso bagno di folla ieri, venerdì 05 agosto, per Raoul Bova.

A presentare la serata il grande Luca Abete, di “Striscia La Notizia”, insieme al Direttore artistico del Festival, il regista Carlo Fumo.

Il bel Raoul ha letteralmente incantato il pubblico presente al Parco naturale de “La Cartiera” a Pompei. Un pubblico numerosissimo: migliaia di fans in delirio per Bova che ha sfoderato i suoi migliori sorrisi, felice dell’affetto sincero dimostratogli. Contento di ricevere il “Vetruviano d’argento – Premio Italian Movie Award 2016”, non si è sottratto a tutte le domande dalla platea dei ragazzi della Masterclass e dei giornalisti, ricevendo applausi e complimenti; molto cordiale e simpatico, ha scattato selfie e firmato autografi.

Raoul Bova: La Ricerca è una tema importantissimo di cui bisogna parlare tanto, per informare e per sensibilizzare le coscienze il più possibile, soprattutto in questo momento storico così delicato: sono onorato di aver ricevuto il Premio ‘Italian Movie Award’, dedicato quest’anno proprio ad una tematica sociale così rilevante. E’ sempre per me un’emozione forte poter sentire il calore del pubblico ed il pubblico di questo Festival è stato davvero eccezionale. Grazie, Italian Movie Award! Ai ragazzi della ‘Masterclass’ consiglio di cercare sempre la felicità in tutto quello che fanno: la felicità si ottiene vivendo nel presente, vivendo ogni istante con passione ed apprezzando la vita fino in fondo perché, spesso, la felicità è a portata di mano ma noi non sempre la vediamo.

Il tema della 8° edizione della kermesse cinematografica è “La Ricerca” e, tra gli interventi istituzionali molto qualificati, non sono mancati quelli della Giuria internazionale di qualità che ieri ha svelato il nome del Cortometraggio vincitore della “Short Social World Competition”: “My awesone sonours life” di Giordano Torreggiani.

Siamo onorati di ricevere questo premio, per noi è un altro importante traguardo nel cammino della Retrovisore Film. Ringraziamo l’organizzazione del Festival per l’accoglienza e la professionalità dimostrata. Ringraziamo tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione del cortometraggio ‘My Awesome Sonorous Life’, a partire dal protagonista, l’attore Mico Cundari, il direttore della fotografia Daniele Poli e tutti gli amici e professionisti che hanno lavorato e creduto a questo progetto. Grazie.”: hanno dichiarato Giordano Torreggiani e Filippo Proietti.

Premio della Giuria, invece,  ad “I am Sami”, scritto e diretto da Kae Bahar. Infine, Premio Miglior Corto di Animazione è stato assegnato al corto russo “My grandfather was a cherry tree”.

Presidente della Giuria internazionale è il ricercatore di fama internazionale, il Dott. Prof. Antonio Giordano, Direttore dello Sbarro Institute for Cancer Research and Molecular Medicine della Temple University di Philadelphia.

Antonio Giordano: “Essere Presidente di Giuria dell’Italian Movie Award è per me un onore ma anche un grande piacere. Devo complimentarmi con Carlo Fumo e con tutto lo Staff direttivo ed organizzativo perché preparare una kermesse così importante non è semplice. Il Festival sta crescendo di anno in anno ed è ormai diventata una realtà importante che sta iniziando a destare curiosità anche in America. Voglio sottolineare l’importanza delle tematiche scelte nel corso delle varie Edizioni: parlare di Ricerca in un Festival del Cinema è utile e coraggioso al tempo stesso e noi tutti, in Italia come all’Estero, oggi più che mai, abbiamo bisogno di professionalità che investono tempo e lavoro in Ricerca. Grazie, Italian Movie Award!

Sul palco per un saluto istituzionale, i giurati: Raffaela Pignetti Presidente del Consorzio A.S.I. Area Sviluppo Industriale di Caserta, e la Dott.ssa Eva Izzo Montanino, Socio fondatore ANDRONIKOS.

Dopo il red carpet e l’intervista sul palco centrale, è stato proiettato “Zona D’Ombra – Una scomoda verità” regia di Peter Landesman con Will Smith: il film ha vinto il “Vitruviano D’Argento – Premio Italian Movie Award 2016” come “Miglior film sul tema della Ricerca”.

La serata si è conclusa con la Cena di Gala a cura del bravissimo Chef Gian Marco Carli, presso il Ristorante “Il Principe” a Pompei.