Super Mario bros diventa un rifugiato in fuga

Sulla falsa riga del popolarissimo gioco della Nintendo degli anni 80-90, un giovane siriano racconta l'odissea dei migranti attraverso un videogames.

Vuoi leggere o scaricare questo articolo? Ti chiediamo un contributo di 1,00 euro, senza rinnovo automatico. Questo ci permette di evitare le fastidiose pubblicità mantenendo la credibilità delle informazioni perché non siamo interessati alla quantità di click. Effettuata la donazione riceverai l'accesso free per una settimana
  • Password Security.
  •