Selinunte, Egidio Carbone presenta il Premio “Pino Veneziano”

C’è un motivo in più, anche quest’anno, per seguire il Premio “Pino Veneziano”,  la kermesse che, dal 2004, è dedicata alla memoria del  poeta e cantore siciliano. Sul palco, a presentare la serata, il drammaturgo, attore e regista mediterraneo, Egidio Carbone. L’appuntamento è venerdì 24 luglio 2015, alle 21,30, nel Parco Archeologico di Selinunte, in provincia di Trapani.

Carbone conduce e introduce  gli ospiti tra i templi dorici del Parco. Non solo, per lui anche una particolare performance insieme alla poliedrica artista Francesca Amato e ai suoi musicisti.

Tra i premiati dell’Undicesima edizione del Premio, il cantautore Eugenio Bennato, il gastronomo e scrittore, Carlo Petrini, l’artista Antonio Presti.

Egidio Carbone vanta al suo attivo numerose esperienze in ambito teatrale e cinematografico. Nel 2013 ha presentato, nel Teatro di Corte del Palazzo Reale di Napoli, la serata omaggio al Maestro Roberto De Simone per il Premio Salvatore Di Giacomo e il Premio Internazionale Lermontov. Del giovane drammaturgo campano sono “La Bufaliera”, atto unico presentato nel Teatro San Carlo del capoluogo campano, e le due opere cinematografiche “Guado” e “Calìgo”, tutti lavori con cui Carbone ha sperimentato la Teoria da lui ideata ed elaborata denominata “Teoria dell’Attore Costitutivo”.

————–

L’Attore Costitutivo è la teoria che Egidio Carbone ha ideato e sperimentato a partire dai suoi studi in Ingegneria circa la moderna Teoria della Deformazione della Materia, prima, e la Meccanica Quantistica, successivamente. In particolare lo studio dei legami costitutivi dei materiali e della materia stessa vengono presi come modello per la costruzione del modo di essere del personaggio in scena e nel tempo scenico.