La Compagnia di “Qualcuno volò sul nido del cuculo” incontra il collettivo “Je so’ pazzo”

Venerdì 17 aprile, alle h. 18:00 presso l’ex OPG di Via M. Imbriani 218 (Napoli), sede del collettivo Je so’ pazzo che ha occupato l’ex Ospedale Psichiatrico Giudiziario, ad apertura del reading Aperistabil-mente, interverrà la compagnia dello spettacolo Qualcuno volò sul nido del cuculo, in scena al Teatro Bellini.

I protagonisti, Daniele Russo ed Elisabetta Valgoi, insieme all’intero cast e allo scrittore Maurizio de Giovanni, autore dell’adattamento che vede la vicenda svolgersi nell’Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Aversa, racconteranno lo spettacolo e il suo significato. Infatti, come l’Ex-Opg Occupato Je so Pazzo tenta di rigenerare uno spazio che ha racchiuso al suo interno torture e barbarie per moltissimi anni, allo stesso modo anche Qualcuno volò sul nido del cuculo è una forte denuncia contro gli strumenti e le modalità con cui si è affrontata (e si affronta ancora) la questione della salute mentale.

Lo stesso Alessandro Gassmann, regista dello spettacolo, sottolinea come il testo portato in scena è “una lezione d’impegno civile, uno spietato atto di accusa contro i metodi di costrizione e imposizione adottati all’interno dei manicomi ma anche, e soprattutto, una straordinaria metafora sul rapporto tra individuo e Potere costituito, sui meccanismi repressivi della società, sul condizionamento dell’uomo da parte di altri uomini. Un grido di denuncia che scuote le coscienze e che fa riflettere.”

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.