Daniele Lombardi all’Accademia Belle Arti di Napoli

Nell’ambito della rassegna ‘Musica tra le Arti’ a cura dell’ Accademia Musicale Napoletana in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti ed il Premio Digigraf, Giovedì 16 aprile alle ore 11 presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli si terrà l’Incontro con il pianista e compositore Daniele Lombardi, con la partecipazione di Massimo Fargnoli e Dario Giugliano.

Tale evento  è patrocinato dal Comune di Napoli con il contributo di Cariparma e la collaborazione della Steinway & Sons attraverso la Ditta Aberto Napolitano Pianoforti di Piazza Carità.
Daniele Lombardi ha compiuto a Firenze la sua prima formazione artistica e culturale. La sua produzione artistica è caratterizzata da un’idea multimediale dell’arte che riflette le sue esperienze di pianista, compositore e artista visivo. È un esponente della corrente artistica fiorentina, operante dalla fine della seconda guerra mondiale ad oggi, comprendente Silvano Bussotti, Giuseppe Chiari, Giancarlo Cardini, Albert Mayr, Pietro Grossi e Sergio Maltagliati. Infatti è promotore e ideatore nel 2003 della pubblicazione Segni FirenzeAnnoDuemilatre dove, presente un testo critico di Ugo Barlozzetti, documenta la creatività artistica a Firenze nel campo delle arti visive dal dopo guerra ad oggi. Questi musicisti hanno sperimentato l’interazione tra suono, gesto e visione, una sinesteticità dell’arte frutto delle avanguardie storiche, da Kandinkij al futurismo, da Scrjabin a Schönberg, fino al Bauhaus.

Come pianista si è dedicato allo studio delle opere pianistiche delle avanguardie del Novecento delle quali ha eseguito personalmente alcune prime esecuzioni. In particolar modo della musica futurista italiana e russa di autori come George Antheil, Leo Ornstein, Alberto Savinio, Alexandr Mossolov, Arthur Vincent Lourié. Ha diretto per alcuni anni a Roma il Festival Nuova Musica
Italiana e Nuova Musica Internazionale. Ha fondato e diretto con il compositore Bruno Nicolai la rivista di musica contemporanea «1985 La Musica» e si è occupato anche delle linee di programmazione artistica della casa editrice musicale Edipan, di cui Nicolai era direttore. Nel 1998 è stato invitato dallo SMAC (Sistema Metropolitano per l’Arte Contemporanea) a documentare per la
Regione Toscana con esposizioni e concerti il suo lavoro multimediale, a Prato (Museo Pecci), Pistoia (Museo Fabroni) e Firenze, dove sono state eseguite le sue due Sinfonie per 21 pianoforti nel Cortile degli Uffizi. È stato insignito del Premio delle Arti “Fiorentini nel Mondo” 2013 per le Arti Sonore. Autore di alcuni saggi di interesse musicale, si è interessato in particolare all’evoluzione del linguaggio musicale dal secondo Novecento a oggi. Ha pubblicato oltre 20 tra CD e LP, per le etichette Col Legno, Arte Nova, Edipan, Musica & Immagine, Nuova Era, Cramps. È membro dell’associazione Nuova Consonanza e insegna pianoforte al Conservatorio di Milano.

 

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.