ZARRILLO IN ACUSTICO LIVE AL TEATRO DIANA DI NAPOLI

Il recente concerto a Roma – dove ha eseguito il suo repertorio più famoso affiancato da due dei più bravi e famosi jazzisti italiani, il pianista Danilo Rea e il sassofonista Stefano Di Battista – ha convinto Michele a “bissare”, proponendo anche al Teatro Diana di  Napoli, martedì 21 aprile,  un “featuring jazzistico” di tutto rispetto con il sassofonista DANIELE SCANNAPIECO.

Michele Zarrillo è tornato ad esibirsi dopo più di un anno di “forzato silenzio” che ha fatto parlare molto dell’artista, visto l’infarto che lo colpì agli inizi dell’estate del 2013. Tutto si è risolto, Michele, dopo circa un anno di cure, si è ristabilito ed è in grande forma, ha tanta energia, pronto a replicare il grande successo di Roma per salutare il pubblico che gli ha dimostrato grande affetto nel periodo di convalescenza.

Il suo live a Napoli si annuncia unico, una vera e propria festa, con una scaletta ad hoc di grandi e belle canzoni (da “Cinque giorni” e “Una rosa blu” a “La notte dei pensieri” e “L’elefante e la farfalla”; da “Il canto del mare” e “Strade di Roma” a “L’amore vuole amore” e “L’acrobata”, da “Ragazza d’argento” e “Su quel pianeta libero” a “L’alfabeto degli amanti” ed “Il sopravvento”, per citare solo alcuni dei titoli più conosciuti) in cui Michele si alternerà conScannapieco.

Daniele Scannapieco, salernitano, figlio d’arte, è cresciuto a contatto con l’ambiente jazz – prima campano e poi italiano ed europeo – collaborando con i musicisti jazz più rappresentativi in Italia: da Roberto Gatto a Stefano Di Battista, da Giovanni Tommaso a Tony Scott, da Stefano Bollani a Fabrizio Bosso e Danilo Rea, per citarne alcuni. Numerose le collaborazioni con artisti stranieri: da ricordare, i tre anni di tour mondiale con la cantante Dee Dee Bridgewater, che lo hanno visto esibirsi nei teatri più prestigiosi del mondo. La sua intensa attività live lo ha portato ad essere presente nelle programmazioni della maggior parte dei club e dei festival jazz in Italia e all’estero. Insieme a Fabrizio Bosso, Daniele è anche il leader e fondatore del quintetto “High Five 5et”, che ha all’attivo due dischi – “Jazz for more…” e ”Jazz desire”.

La conoscenza della tradizione e del linguaggio moderno fanno di Daniele Scannapieco un musicista eclettico, che riesce ad esprimere concetti musicali, talvolta articolati e complessi, sempre in modo semplice e di grande comunicazione con gli ascoltatori.

Si annuncia un’altra serata indimenticabile, con le improvvisazioni del jazz e le atmosfere di un repertorio tra i più “cantati” della musica italiana. Più di due ore di musica dal vivo.

Con Michele Zarrillo (chitarra e piano) sul palco ci sarà anche la sua band: Alessio Graziani (tastiere, piano, flauti e voce),Danilo Fiorucci (basso e contrabbasso), Anna De Francesco (percussioni), Danilo Fiorucci (basso e contrabbasso)Roberto Guarino e Andrea Valentini (chitarre) e Andrea De Luca (violino).

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.