VENETO, QUATTRO GRANDI EVENTI ENTRANO NELLA PROGRAMMAZIONE REGIONALE

La giunta veneta ha individuato quattro manifestazioni, in programma nei prossimi anni in diverse località del territorio, che saranno considerate come Grandi Eventi della programmazione della Regione.

A darne notizia è il vicepresidente Gianluca Forcolin, precisando che le manifestazioni sono le Celebrazioni in occasione del Cinquecentenario del Ghetto (Venezia, 2016); l’Adunata Nazionale degli Alpini (Treviso, 2017); il Raduno Nazionale dei Bersaglieri (San Donà di Piave, 2018) e i Campionati Mondiali di Sci Alpino (Cortina d’Ampezzo, 2021).

 

“Il Veneto – sottolinea Forcolin – è la prima regione turistica d’Italia; le eccellenze produttive venete trovano apprezzamento ovunque come ha recentemente dimostrato il consistente afflusso di delegazioni in occasione di Expo Milano 2015. La sua vocazione internazionale e la sua riconoscibilità nel mondo possono dunque essere ulteriormente sviluppate, in modo da far conoscere tutte le sfaccettature, le potenzialità e le ricchezze culturali, ambientali e turistiche di un territorio molto variegato. Un ruolo particolare può essere indubbiamente giocato da alcuni eventi o manifestazioni dall’elevato profilo e di spiccata risonanza pubblica a livello nazionale o internazionale. Sono fiero quindi di aver contribuito, assieme al presidente e ai miei colleghi, alla votazione in giunta regionale su questi eventi di grande significato e di rilievo non solo nazionale che vedranno il Veneto protagonista”.

 

Contestualmente la giunta regionale ha affidato al Dipartimento Enti Locali, Persone Giuridiche, Controllo Atti, Gestioni Commissariali e Post Emergenziali, Grandi Eventi, istituito con il processo di riorganizzazione delle proprie strutture, il coordinamento di tutte le iniziative regionali relative alla realizzazione di questi eventi e di tutti quelli che verranno eventualmente individuati con successivi provvedimenti.