Veneto protagonista allo SMAU

Per favorire l’innovazione nei territori, la Regione ha approvato l’apertura di un bando che mette a disposizione dei comuni 7 milioni di euro, con risorse provenienti dall’Asse 2 del Por-Fesr 2014-2020.

Regione protagonista anche quest’anno allo SMAU, il Salone dedicato all’innovazione per le imprese e gli Enti locali, in Fiera a Padova. Il vicepresidente ha partecipato oggi alla manifestazione, intervenendo al Live Show sul tema “Industria 4.0: innovazione nel Made in Italy” durante il quale ha parlato di una serie di iniziative che la Regione sta portando avanti sul tema dell’innovazione a livello di sistema per sostenere la competitività di tutto il territorio nel suo complesso, nell’Ambito dell’Agenda Digitale del Veneto 2020.

Per favorire l’innovazione nei territori, la Regione ha approvato l’apertura di un bando che mette a disposizione dei comuni 7 milioni di euro, con risorse provenienti dall’Asse 2 del Por-Fesr 2014-2020. Verranno finanziate le proposte che riusciranno ad aggregare amministrazioni comunali in grado di gestire luoghi di innovazione aperta (“Innovation Lab”) e spazi di acculturazione digitale (“Palestre digitali”) con l’obiettivo di co-progettare e sviluppare nuovi servizi, partendo dai dati aperti della pubblica amministrazione, e promuovere iniziative e percorsi di diffusione di conoscenze e competenze digitali.

Un’altra iniziativa della Regione – ha ricordato il vicepresidente – riguarda non tanto le imprese ma la pubblica amministrazione: il nuovo portale di servizi MyPortal3 per le amministrazioni comunali del Veneto. Per i 160 enti che nei prossimi mesi – entro il mese di giugno – passeranno a MyPortal3 la Regione mette a disposizione non solo la piattaforma ma anche i relativi servizi di adesione e migrazione dei contenuti. Si tratta di un’agevolazione che guarda con particolare attenzione i comuni più piccoli che non avrebbero altrimenti la possibilità di dotarsi di sistemi e servizi complessi.

Una terza iniziativa brevemente illustrata dal vicepresidente è il recente accordo siglato con il rettore dell’Università di Padova per la promozione del VSIX ovvero per sostenere lo sviluppo di questo punto di interscambio di internet del nord-est. Per sostenere i processi di innovazione digitale di Industria 4.0 c’è infatti bisogno di reti sempre più veloci.

Il vicepresidente della giunta veneta ha poi premiato i vincitori del Premio Innovazione SMAU, Corà e Del Brenta, ma ha anche ritirato il Premio assegnato alla Regione del Veneto per il progetto Smart Working, con il quale si sta sperimentando all’interno dell’amministrazione regionale una modalità di lavoro innovativa, agile e flessibile da poter trasferire anche ad altre amministrazione pubbliche.

Molto partecipato in mattinata anche l’evento, organizzato dalla Regione, “Social Design PA” con il quale sono stati proposti dei tavoli di lavoro per tracciare i possibili sviluppi dei servizi della Pubblica amministrazione, in base alle indicazioni dei cittadini. “La soddisfazione del cliente – ha sottolineato il vicepresidente – è infatti la nostra mission”.

Nel pomeriggio erano in programma altre iniziative tra cui il Live Show “Smart Communities, PA digitale e valorizzazione del territorio: tracciare nuove rotte per lo sviluppo” con la presentazione di alcuni casi di successo nell’ambito di percorsi di riorganizzazione della governance, di innovazione organizzativa e digitale.

La Regione ha presentato il progetto PIAL, il Portale Informativo delle Autonomie Locali, realizzato in collaborazione con ANCI Veneto. Si tratta di un nuovo strumento polifunzionale a disposizione dei Comuni e delle forme associative del Veneto per supportare le attività di riorganizzazione istituzionale e per fornire una solida base informativa, aggiornata e coordinata. Particolare attenzione è dedicata ai processi associativi tra Comuni e, tra questi, ai percorsi di fusione.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.