VENETO E DUBROVNIK-NERETVA (CROAZIA) FIRMANO MEMORANDUM

Promuovere i rapporti di amicizia e di collaborazione tra le due Regioni, rafforzare le relazioni e favorire lo sviluppo reciproco, nel rispetto degli obblighi internazionali e di quelli che derivano all’Italia e alla Croazia dall’appartenenza all’Unione Europea.

Questo l’obiettivo alla base della firma del memorandum tra la Regione del Veneto e la Regione (o Contea) di Dubrovnik, avvenuta a Bruxelles, che ha visto protagonisti il Governatore Luca Zaia e il Governatore Nikola Dobroslavic.

“Questo accordo – sottolinea il presidente Zaia – è il frutto di una collaborazione ormai ventennale tra il Veneto e le contee Croate dell’Istria e della Dalmazia, in forza della quale la Regione del Veneto ha attuato numerosi progetti a finanziamento sia regionale sia comunitario, utilizzando le risorse dell’unione europea destinate alla cooperazione territoriale. in tale contesto un rapporto particolarmente significativo si è sviluppato anche con la contea adriatica di Dubrovnik-Neretva. Il binomio si è poi ulteriormente consolidato nel corso degli anni con la partecipazione di entrambe le realtà all’Euroregione Adriatico Ionica, di cui la Regione Veneto è socio fondatore e la Contea di Dubrovnik-Neretva detiene la presidenza”.

La firma del memorandum è stata seguita da un convegno dedicato al Programma Italia-Croazia, un’occasione importante per contribuire e lavorare allo sviluppo delle due Regioni con uno sguardo a livello nazionale.

“Questa intesa – conclude Zaia – rappresenta uno strumento importante di sviluppo e rafforzamento nella conduzione del programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia-Croazia, uno dei più consistenti programmi di cooperazione territoriale (CTE) a livello europeo e il maggiore programma transfrontaliero in cui l’Italia è inclusa. Già nell’evento di lancio svoltosi a novembre 2016 a Venezia è iniziato il confronto tra i tutti i partner su tempi rilevanti quali  la capacità dei territori di ‘innovare’ attraverso sinergie fra imprese e ricerca, il cambiamento climatico e i rischi connessi, la valorizzazione del patrimonio culturale e naturale, la promozione del trasporto marittimo sia passeggeri che merci”.

Gli obiettivi strategici del programma per la Cooperazione Transfrontaliera Italia-Croazia 2014-2020 ripropongono un’ottica di crescita intelligente, sostenibile e inclusiva della Strategia Europa 2020, che mira a rafforzare la cooperazione tra le aree ammissibili promuovendo azioni di sviluppo territoriale integrato, nel quadro delle priorità della politica di coesione dell’Unione.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.