TREVISO, DAL MUSETTO AL TIRAMISU’ 10 PIATTI PER 10 CHEF

“Dieci chef, dieci vini, dieci anni”. E’ stato il leitmotiv della la cena di gala, che si è svolta nello splendido BHR Treviso Hotel.

Ospite speciale della serata Marco Valletta, chef di Casa Alice, che ha per l’occasione ha illustrato coi ristoratori presenti le loro migliori preparazioni.

Presenti ALBERTINI con l’aperitivo di benvenuto: fritto di pesce e verdurine Le Papere; abbinato il vino Sauvignon Blanc, IGT Veneto 2016, Tèrio Le Uve.

PASINA ha proposto  un risotto con Radicchio di Treviso e ragù di cortile, biscotto di parmigiano con robiola e radicchio con olio al melograno, supposte Pasina (panino a forma di supposta con acciuga) in abbinamento al Brut Rosè Santhomas metodo charmat dell’azienda agricola Santomè di Biancade.

SAN LORENZO ha servito invece pasta croccante con funghi, ricotta del Cansiglio e speck croccante abbinato a Trento DOC, 1763 Riserva, Cesarini Sforza.

DA GERRY si è degustato la trevigiozza in tempura con gel di uva fragola e la crema di radicchio con nocette di vitello, cruditè di trevigiano e grattugiata di tartufo nero assieme ai calici della Cantina Amadio di Monfumo e della cantina Merlo di Cavaso col suo rosso.

BEPPE AGOSTINI ha proposto il suo pastin di coniglio e radicchio castellano, pane di noci e trevigiano, salsa di gialet abbinato a Rosa Sass del Mura Dolomiti IGT (Pinot nero vinificato in rosa, fermentazione sui lieviti).

MIGO’ invece ha deliziato i presenti con il suo Musetto al radicchio croccante con sgombro in oliocottura, nuvola di rafano e crema di patate del Montello abbinato a Lison classico DOCG 2017, Mulin di Mezzo, di Annone Veneto, nel Veneziano.

La DIVINO OSTERIA TREVIGIANA si è fatta notare con la battuta di manzo d’alpeggio con nuvola di riso al radicchio e maionese di soia all’arancia, elegantemente abbinata a Cantina 47 Anno Domini.

Ancora, SAN MARTINO ha proposto lo speck speziato di razza, chutney  di radicchio, soffice di sedano e ginepro abbinato al vino rosso Vecchio Grion 2015 dell’azienda Vinicola Balan di Trebaseleghe.

Epopea dei dolci con MORALBERTI e la sua Torta fichi e noci e il Tiramisù al radicchio; l’ANTICO PODERE con il suo gelato al mais, curcuma e lonza su crema di grana e liquirizia Mikawa, tartufo e petali di trevisano.

Infine, LINO STRAMBI  ha salutato tutti coi cocktail finali della distilleria Bonaventura Maschio abbinati al Prosecco DOC e Treviso millesimato extra dry di Viticoltori Ponte.

Il progetto che sta impegnando Atlantis in questi mesi, e a cui andrà parte del ricavato della serata, porta un nome bello ed evocativo: “Buoni amici social street”. Si tratta di un progetto di co-housing per persone con disabilità che consisterà nella ristrutturazione di un appartamento di Castelfranco Veneto con l’obiettivo di renderlo accessibile e adatto per persone con disabilità. Una casa che diventerà per alcuni ragazzi, che ora frequentano il Centro Atlantis, un’occasione di autonomia, di realizzazione personale, di inclusione sociale, di creazione di relazioni fuori e dentro l’appartamento.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.