Su CANALE 5 va in onda CIAK JUNIOR

Domenica 2 giugno torna su CANALE 5 “Ciak Junior – Il cinema fatto dai ragazzi”, il programma ideato dai fratelli Manfio, con quattro appuntamenti consecutivi.

Domenica 2 giugno torna su CANALE 5 “Ciak Junior – Il cinema fatto dai ragazzi”, il programma ideato dai fratelli Manfio, con quattro appuntamenti consecutivi.

Ideato da Gruppo Alcuni e giunto alla sua 30.ma edizione, Ciak Junior è un progetto internazionale di corti, scritti e interpretati dai ragazzi per i ragazzi, con l’intento di far conoscere agli studenti come nasce un prodotto audiovisivo.

Ogni anno Ciak Junior coinvolge migliaia di ragazzi delle scuole medie e superiori di tutto il mondo: supervisionati da Francesco e Sergio Manfio (che sono anche produttore esecutivo e regista dei film), gli studenti prendono parte a tutte le fasi produttive del cortometraggio, dalla scrittura del soggetto alla recitazione, fino alle riprese.

Il programma, oltre al cortometraggio scritto e interpretato dai ragazzi, contiene tante rubriche e i “conduttori” sono sempre due degli studenti autori della storia. A Città di Castello ci sono Laura e Niccolò, che hanno preso in mano il microfono e ci hanno fatto vedere il “dietro le quinte” del film, oltre che le bellezze della loro città. AI due giovani e spigliati conduttori è stato consegnato il PREMIO CANALE 5 durante il Festival Ciak Junior di Jesolo (VE) appena concluso.

Mentre in classe i ragazzi si dividono i ruoli prima di iniziare le riprese, Laura e Niccolò ci conducono in un rapido tour della città che tocca la Pinacoteca cittadina con i suoi dipinti di Raffaello, il Museo dedicato al grande “maestro del nero” Alberto Burri, il Palazzo del Municipio, il Duomo e il Palazzo del Podestà, senza dimenticare di farci vedere – con un interessante tuffo nel passato – in che modo abili tessitrici realizzano la “tela umbra” su telai di inizio Novecento.

Per la rubrica “CIAK CHEF” andiamo all’Istituto Alberghiero Cavallotti per assistere alla preparazione di un piatto tipico – gnocchi gratinati col tartufo bianchetto – non senza aver prima visto in che modo il cane Brio scava freneticamente per trovare un bel tartufo.

Tra un ciak e l’altro, mentre lo shooting del film procede, gli studenti passano davanti alle telecamere per consegnarci le loro riflessioni sul tema del film. I loro commenti sono caratterizzati da una grande sensibilità nei confronti dell’ambiente, e sicuramente risentono un po’ anche dell’esempio di Greta Thunberg, la giovane attivista svedese che negli ultimi mesi ha occupato le cronache:

– “Mi fa piacere andare in onda su CANALE 5 per esprimere il nostro pensiero a più gente, magari non solo a ragazzi ma a gente più grande che ci ascolta o più piccoli che potrebbero prendere ispirazione”

– “La natura ci ha dato tanto: è ora che le restituiamo qualcosa in azioni e fatti…”

– “C’è una scarsa sensibilità ai problemi ambientali, sta a noi ragazzi farla crescere!”

– “Dobbiamo modificare le nostri abitudini anche con gesti quotidiani…”.

Conclude il programma il film “LO SPIRITO VERDE” – questa la trama: Gli studenti dell’Istituto Patrizi durante la ricreazione sono soliti gettare a terra in giardino ogni genere di rifiuti e lo scenario che si presenta non è confortante. C’è solo un ristrettissimo gruppo di ragazzi che si rende conto di quanto tale atteggiamento sia nocivo per l’ambiente e per la loro stessa educazione. I ragazzi del “Comitato Verde” cercano di essere di esempio grazie all’azione concreta e operativa, arrivando a motivare e sensibilizzare i compagni… anche se non è sempre facile, perché il capo dei bulli è contrario al loro impegno e non perde occasione per intralciare i ragazzi. La squadra di calcetto della scuola viene coinvolta in un torneo tra le scuole della città e si scopre che il torneo dovrà svolgersi proprio nel loro giardino… A questo punto il capo dei bulli si rende conto di due cose: che il prato è diventato una discarica, invaso com’è dalle immondizie accumulatesi nel tempo, e – quel che è peggio – che sarà costretto a chiedere aiuto al Comitato Verde per ripulire tutto. L’arrogante capo dei bulli arriverà anche a raccattare da terra il cestino di rifiuti che solo il giorno prima aveva giurato che non avrebbe MAI raccolto…

Anche in questa edizione di Ciak Junior i ragazzi inviteranno gli spettatori a scoprire il titolo di un film molto famoso – in questo caso si tratta di “GREEN BOOK”, che ha ricevuto l’Oscar 2019 per il Miglior Film – attraverso una scena reinterpretata da loro e a scoprire nel loro cortometraggio un errore, che è stato inserito volutamente dai giovanissimi autori.

I PREMI VINTI AL FESTIVAL CIAK JUNIOR DAL CORTOMETRAGGIO “LO SPIRITO VERDE”

L’interpretazione dei ragazzi umbri, divisi tra ecologisti e bulli, è piaciuta molto e ha convinto la giuria del XXX Festival internazionale Ciak Junior (composta da più di 50 nomi della carta stampata, da autorevoli docenti universitari, giornalisti digitali, blogger e influencer) che ha assegnato loro la statuetta come MIGLIOR GRUPPO DI INTERPRETI. Il giovane ed espressivo Sulaimon, che interpreta la parte di Nicholas, ha vinto il premio per la MIGLIOR INTERPRETAZIONE MASCHILE, ex aequo con il giovane che interpreta Gabriel nel film “A quattro mani”.

IL PROGRAMMA SU CANALE 5

** Domenica 9 giugno ore 9,35 va in onda “PINK OR BLUE”, scritto e interpretato dagli studenti II B dell’Istituto “Cornaro” di Jesolo (VE). Un film sulla parità di genere che affronta il tema con ironia e stimolando la riflessione in modo efficace.

** Domenica 16 giugno ore 9,35 è il turno di “A QUATTRO MANI”, scritto e interpretato dagli studenti del Laboratorio di Cinema della Scuola secondaria di 1° grado “Lepido” di Reggio Emilia. Bullismo e ostracismo dei compagni di classe non fermeranno Elisa, una studentessa con una grande passione per la musica.

** Domenica 23 giugno ore 9,35 va in onda lo SPECIAL DI JESOLO LIDO, con le immagini e le interviste dalla 30.ma edizione del Festival televisivo Internazionale Ciak Junior, che ha visto la partecipazione entusiasta alle attività di circa 300 ragazzi da 9 Paesi del mondo oltre che da tante città italiane.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.