Sogno di una notte (magica) di mezza Estate

Un lungo appuntamento sospeso tra il sacro e il profano all’insegna di musica, performance, installazioni, danze e rituali che si perdono nella notte dei tempi, da vivere fino a notte fonda nel cuore del Centro storico partenopeo.

Questo e molto di più è “Sogno di una notte (magica) di mezza Estate”, evento a cura di Annalisa Palmieri, Dario Amato e Stefania Russo inserito nel cartellone della rassegna “Fantasmi a Napoli” promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune partenopeo.

La Notte di San Giovanni, delle Streghe e del Solstizio d’Estate: un mix esplosivo di magia, tradizioni e suggestioni, per una manifestazione itinerante e interattiva, durante la quale sarà possibile, tra l’altro, rivivere ciò che accadeva in quella notte a Napoli, secoli fa, nei pressi della chiesa di San Giovanni a mare.

Il via, alle 17.30, nel cortile del complesso di Sant’Antoniello a Port’Alba (piazza Bellini), sede della Biblioteca di Area Umanistica dell’Università Federico II, con una performance di teatro-danza di Mauro Maurizio Palumbo e Salvatore Camerlingo, l’esibizione della hooper Mariagrazia Poggiagliolmi ispirata al matrimonio tra Sole e Luna e l’installazione “mobile” di Federica Rispoli.

Guidati dal’attore Duilio A. Vaccari, nei panni di Virgilio Mago, il viaggio proseguirà in via Broggia, con sosta da Gino Ramaglia, un’istituzione in città per gli articoli per le Belle Arti, la cui vetrina si animerà con la danzatrice Maria Carla Pennino e la body painter Weronique Art. Prima degustazione coi vini Donna Jolanda e Sfiz&Soda.

Altra tappa, in piazza Dante e poi, tutti in piazza Bellini con le improvvisazioni teatrali dei Delirio Creativo al secolo Alex Capasso, Alessandro Colmaier, Rosaria Iadevaia, Giuliana Pinelli e Serena Russo, per rivivere la storia della Strega di Port’Alba Maria la pazza e, con balli e musiche popolari, ciò che accadeva durante “La bona”. I versi saranno affidati, invece, a Giorgio Cipriani.

Last but not least: via Costantinopoli, dove l’Alter Ego ospiterà: il live di Carlo Contocalakis con la presentazione del suo ultimo disco “Non aver paura”, le degustazioni del Nocillo 24 dell’azienda Nastro D’oro di Massa Lubrense e dei vini Vigna delle Ginestre, la performance di Margò Lazàr del progetto Tribal Parthenope e una serie di antichi rituali sempre legati a quella notte.

A “fermare” i momenti clou dell’evento, i racconti su tela dell’artista Antonio Conte e gli scatti d’autore di Paolo Vitale.

Partecipazione gratuita

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.