SI RITROVA A PADOVA LA PROTEZIONE CIVILE

SI RITROVA A PADOVA LA PROTEZIONE CIVILE

L’assessore regionale alla protezione civile ha introdotto oggi al Teatro Verdi di Padova i lavori della due giorni che la Regione del Veneto ha organizzato, insieme al Dipartimento Nazionale, per approfondire i contenuti del nuovo “Codice della Protezione Civile” entrato in vigore lo scorso febbraio.

“Un lavoro a più mani – ha sottolineato l’assessore – a cui ho collaborato anch’io in rappresentanza del Veneto”. Una proposta condivisa, dunque, di cui l’assessore ha voluto ricordare alcuni elementi di novità, ritenuti particolarmente positivi.

“Innanzitutto i concetti di previsione-prevenzione – ha detto – sono tra gli aspetti su cui si punta molto e su cui è costruito anche il nostro progetto di legge regionale; ma sono da sottolineare anche i concetti di coinvolgimento del cittadino, di autoprotezione, di comunicazione e formazione”.

SI RITROVA A PADOVA LA PROTEZIONE CIVILEL’assessore ha fatto rilevare anche l’importanza del coinvolgimento della comunità scientifica e il fatto che nel codice oggi ci sia un ruolo maggiore delle Regioni, con il presidente che diventa autorità di protezione civile.

“Di grande rilievo – ha aggiunto – è altresì l’aumento del grado di autonomia delle Regioni, inserito nell’ultimo comma dell’articolo 1, un comma che il Veneto e la Lombardia hanno espressamente richiesto fosse introdotto e che riconosce autonomia in materia di protezione civile alle Regioni che ne facciano richiesta”.

“Nel complesso un buon lavoro – ha concluso l’assessore veneto – che mette inoltre in primo piano il ruolo del volontario, che deve essere al centro del sistema perché, come ricordo spesso, la protezione civile non sono solo gli uomini in divisa ma la protezione civile è ognuno di noi. Ringrazio Fabrizio Curcio, già capo del Dipartimento nazionale della protezione civile, per le sue parole di elogio per il sistema di protezione civile del Veneto, che ha definito una vera eccellenza nazionale. Ed io aggiungo che questo livello è stato ottenuto grazie ai nostri volontari, estremamente preparati e che si fanno sempre apprezzare in tutta Italia per il loro operato”.

Domani i lavori si sposteranno presso il Liceo Artistico Modigliani e la giornata sarà dedicata proprio al mondo del volontariato.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.