Serata “intoccabile” tra il soul londinese di Panizzo e il jazz del chitarrista Mosole

Sabato 12 marzo, a partire dalle ore 21.00, The Untouchables Show Dinner Club di Bassano del Grappa ospiterà Gianluca Mosole Trio con Manuela Panizzo alla voce. La band è composta da Gianluca Mosole alla chitarra, Dario Dal Molin al piano, Raffaele Bianco al basso, Phil Mer alla batteria.

Manuela Panizzo, vive e lavora a Londra dal ’97. Dopo alcuni contratti discografici e diverse esperienze e collaborazioni, sia come vocalist corista che come autrice di canzoni con artisti internazionali, Manuela completa il suo primo album rientrando nella classifica ufficiale della musica soul inglese nel 2014.  Sulla scena londinese si è esibita condividendo il palco come cantante-cantautrice di genere soul-jazz e ha lavorato per sei anni con la band del leggendario “10 Rooms” a Piccadilly Circus, nel cuore di Londra.

L’esordio di Gianluca Mosole nel mondo della musica è molto precoce: a sedici anni vince un concorso per chitarristi indetto dalla celebre casa discografica CBS e, appena ventenne, pubblica ”After Rain”, un mini LP autoprodotto, che già pone in risalto le sue doti istintive per lo stile Fusion. ”Eartheart” è il suo secondo lavoro, a cui partecipa il celebre percussionista/vocalist Nanà Vasconcelos. Con la terza pubblicazione passa alla Fonit Cetra e, in seguito, si avvicina alla pop music grazie all’inserimento di brani vocali, interpretati da Manuela Panizzo. ”Magazine”, segna il passaggio ad un’etichetta indipendente specializzata in Jazz/Fusion: la United Project. Partecipa a numerosi eventi live, aprendo i concerti di Gil Evans e Sting di Umbria Jazz, di Miles Davis al Palatrussardi di Milano e al Palaeur di Roma, di Al Di Meola e Paul Motion/Bill Frisell quartet, e molti altri.

Al The Untouchables Show Dinner Club, serata da non perdere all’insegna delle migliori produzioni musicali di Mosole, segnalato più volte da riviste specializzate come miglior chitarrista jazz contemporaneo italiano, accompagnato dal neo soul e dalle sonorità acustiche di Manuela Panizzo.

Ingresso libero.