Scherma a Conegliano, autunno di grandi appuntamenti

Un poker di appuntamenti per un autunno a tutta scherma, e non solo. La stagione 2018-2019, a Conegliano, inizia con quattro eventi che promettono di accendere i riflettori su una società sportiva che già tante soddisfazioni ha ottenuto nell’ultima stagione agonistica.

La nuova annata di Scherma Conegliano inizierà ufficialmente il 22 e 23 settembre con la terza edizione del Trofeo Conè, meeting promozionale dedicato a fioretto e spada e aperto a tutte le categorie.

Saranno due giornate di grande spettacolo, nelle quali gli atleti si affronteranno su pedane appositamente allestite all’interno del Centro Commerciale Conè a Conegliano, dove il pubblico potrà ammirare da vicino la bellezza di uno sport che, da sempre, come hanno dimostrato anche i recenti Mondiali, onora l’Italia nelle competizioni internazionali.

Scherma Conegliano, in autunno, proporrà poi due serate aperte a tutte gli sportivi. Il primo appuntamento sarà il 5 ottobre, al Teatro Dina Orsi, in occasione di un seminario sulla “Gestione dell’emotività nell’attività sportiva” a cui parteciperanno atleti del calibro di Mauro Numa (più volte campione mondiale e olimpico di scherma), Francesco Ingargiola (attuale campione Italiano di fioretto e già campione del mondo U20) ed Enrica Quaglio (esperta di team coaching ed ex atleta di basket e rugby).

Il 26 ottobre, sempre al Teatro Dina Orsi, è invece in programma un seminario su “Alimentazione e sport nell’età evolutiva”. Tra gli ospiti, Laura Martinelli, dietista sportiva e responsabile nutrizionista della squadra di ciclismo della Bahrain Merida, e Nicola Moschetti, dietista ed ex pallavolista a livello professionistico.

Il 27 e 28 ottobre, alla Zoppas Arena, Scherma Conegliano, in collaborazione con l’Associazione Master Nazionale (AMIS) e la Federazione Italiana Scherma (FIS), organizzerà infine la “Prima Prova Nazionale categoria Master 6 armi (fioretto, spada, sciabola, maschile e femminile), rassegna in cui mezzo migliaio di atleti provenienti da tutta Italia si affronteranno su 18 pedane.

Presieduta da Livia Stivanello, Scherma Conegliano è impegnata da anni nella promozione di uno sport che contribuisce ad accrescere l’autocontrollo e la fiducia in sé stessi, oltre a favorire lo sviluppo psicomotorio. La scherma è anche un’attività che non guarda la carta d’identità.  La riprova? Nella rinnovata sala del Palasport di via Filzi si allenano appassionati di tutte le età e capita addirittura che in pedana si ritrovino nonna, figlia e nipote. E’ il caso di Lucia Tennani (la nonna), Annarosa Quaglio (la figlia) e Giovanni Battistella (il nipote). Tre generazioni, accomunate da un’identica passione.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.