Rischio sismico, incontri nelle piazze con architetti e ingegneri

Domenica 20 ottobre, Architetti e Ingegneri esperti in prevenzione del rischio sismico saranno presenti in una delle centinaia piazze italiane al fine di dare informazioni utili sui fattori di rischio e su come migliorare la sicurezza della propria casa a spese quasi zero, grazie al contributo che lo Stato mette a disposizione.

Domenica 20 ottobre, Architetti e Ingegneri esperti in prevenzione del rischio sismico saranno presenti in una delle centinaia piazze italiane al fine di dare informazioni utili sui fattori di rischio e su come migliorare la sicurezza della propria casa a spese quasi zero, grazie al contributo che lo Stato mette a disposizione.

Sarà possibile inoltre fissare una visita tecnica informativa di un architetto o ingegnere, da svolgere, senza alcun costo, nel mese di novembre nell’ambito del programma di prevenzione attiva «Diamoci una Scossa!».
Per tutto il mese di novembre, infatti, migliaia di architetti e ingegneri
«scenderanno in campo» per fornire, in occasione della visita, una prima informazione sullo stato di sicurezza della tua abitazione e illustrare le possibilità di interventi di riduzione del rischio sismico finanziabili con l’incentivo statale Sisma Bonus. Il Sisma Bonus permette oggi di avere un contributo dallo Stato fino all’85% dei costi sostenuti per gli interventi di miglioramento della sicurezza della tua casa.
Rimarrà da sostenere solo il rimanente 15%. Se, per esempio, l’importo necessario per l’adeguamento sismico dell’immobile è di 50.000 euro, si potrà corrispondere alla ditta esecutrice solo il 15% del totale ovvero 7.500 euro. Il restante importo, verrà versato alla stessa ditta direttamente dallo Stato. In caso di terremoto una casa più sicura può significare molto, se non tutto, per la vita di chi la abita.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.