Primo Maggio trevigiano coi ritmi di Andrea Vettoretti e Massimo Scattolin

Andrea Vettoretti e Massimo Scattolin saranno in concerto il Primo Maggio all’Auditorium di Silea, ore 18.
L’ingresso è gratuito e si prevede un programma libero dagli schemi tradizionali, un percorso nuovo, inconsueto, che coinvolge il pubblico in un recital poetico ed intenso, tra virtuosismi e atmosfere raffinate.

Andrea Vettoretti si avvicina allo studio della chitarra classica a dieci anni e nel 1998 si diploma con il massimo dei voti al Conservatorio “G. Rossini” di Fermo. Continua gli studi in Francia presso l’ “École Normale de Musique” di Parigi, sotto la guida del M° Alberto Ponce, dove ottiene il “Diplome Suérieur de Execution” e il “Diplome Supérieur de Concertiste”. Durante il periodo parigino entra in contatto con musicisti di fama internazionale come Mstislav Rostropovitch, Alicia de Larrocha, Stephen Dogson, David Russell, che contribuiscono ad ampliare la sua formazione.

Ha vinto diversi Concorsi Musicali Nazionali ed Internazionali tra cui:

  • il “Città di Varenna”;
  • il “Benvenuto Terzi” di Bergamo;
  • il “Rovere d’oro” di Imperia, il “Premio Subinates” in Svizzera;
  • la XV edizione della prestigiosa selezione A.R.A.M. di Roma, Concorso aperto a tutte le discipline strumentali in collaborazione con il Ministero Degli Esteri.
  • A gennaio 2016 Andrea Vettoretti vince con il video “Sensations” il premio “Best Music Video ambiental/instrumental” conferito da “Akademia”.

Alla XXXII edizione della “ Grolla d’ oro ” (Premio Internazionale d’Arte) gli è stata conferita una Targa per la Musica Classica a riconoscimento dei suoi meriti artistici. Svolge prevalentemente un’attività concertistica che lo vede coinvolto in Festival Nazionali ed Internazionali; suona regolarmente in Italia, Francia, Svizzera, Spagna, Messico,Polonia, Germania, Irlanda, Austria, Canada, Stati Uniti e Sud America. Il suo interesse all’arricchimento del repertorio chitarristico lo ha portato negli anni a collaborare con vari autori, molti dei quali ( Andrew York, Simone Iannarelli, Stella Sung, Eduardo Martin, Laurent Boutros, Renato Grandin, Massimo Scattolin, Roberto Fabbri, Ganesh Del Vescovo, Stefano Casalini, Marco Gammanossi) gli hanno dedicato le loro opere. È direttore artistico del “Festival Delle Due Città Treviso-Roma”.

Massimo Scattolin inizia lo studio della chitarra con il Maestro Giorgio Baratella, perfezionandosi in seguito con Alirio Diaz. Dopo aver iniziato giovanissimo la sua attività concertistica come solista, si è dedicato alla musica da camera, per specializzarsi poi nell’esecuzione dei principali concerti per chitarra e orchestra, meritandosi la dedica di opere di grandi compositori, come ad esempio Violet Archer e Astor Piazzolla. Si è così imposto brillantemente al pubblico in Europa e negli Stati Uniti, unanimemente definito dalla critica uno dei migliori esecutori della chitarra. È stato inoltre collaboratore delle principali reti televisive europee ed ha lavorato intensamente anche nel teatro con grandi attori come Cucciolla, Pagliai, Gassman. Membro di commissioni in prestigiosi concorsi nazionali e internazionali, è docente in vari corsi di perfezionamento in Italia e all’estero, ed è il primo chitarrista italiano titolare di cattedra di master al “Mozarteum” di Salisburgo. Ha inciso per la Symposium, la Sonar e la Rivoalto vari CD, sia come solista, sia con i violinisti Giuliano Carmignola e Franco Mezzena, il flautista Roberto Fabbriciani, il Quartetto Amati, il pianista Massimiliano Damerini, il percussionista Tullio De Piscopo, i violoncellisti Julius Berger, Walter Vestidello, Arturo Bonucci, il violista Marcello Defant, il chitarrista Tolo Marton. Collabora inoltre con il chitarrista Carlos Bonell, il violinista Paul Roczek, il violoncellista Patrick Demenga, il pianista Massimo Somenzi. Ha fondato gli ensemble “Paganini Consort” e “Guitarland”.