Presentazione di ‘I Rom, la razza ultima – Prigionieri di identità presunte’

A pochi giorni dalla Giornata mondiale del popolo Rom e Sinto, il Servizio Regionale di Mediazione Culturale YALLA, in collaborazione con Amnesty International e l’Archeobar Caffè letterario, organizza venerdì 27 marzo alle ore 17.30 la presentazione del libro ‘I Rom, la razza ultima – Prigionieri di identità presunte’ di Maurizio Alfano ed edito da Aracne editrice, presso l’Archeobar Caffè letterario di via Mezzocannone 101 bis, a Napoli.

‘I Rom, la razza ultima – Prigionieri di identità presunte’, con prefazione di padre Alex Zanotelli, è un saggio sulla comunità Rom, un racconto lucido e dettagliato su un’etnia che per anni è stata, ed è tutt’oggi, vittima di pregiudizi da parte della popolazione autoctona.

L’opera nasce da un’esperienza diretta dell’autore, che per anni ha vissuto a stretto contatto con una famiglia Rom allargata di origine rumena scoprendone i pregi, le caratteristiche e appurando quanto poco si conosce realmente sui Rom e quanto sia facile identificarli con stereotipi e identità presunte.

Alla presentazione, introdotta da Maria Teresa Terreri, Responsabile del Servizio Regionale di Mediazione Culturale YALLA, e moderata da Francesca Saudino, Presidente dell’Associazione OsservAzione, parteciperanno Roberta Gaeta, Assessore al Welfare del Comune di Napoli; Angelo Pisani, Presidente VIII Municipalità; Stefano Leone, Responsabile del gruppo Napoli di Amnesty International; Raffaele Lievore, Referente dell’Associazione Arrevutammoce; e Maurizio Alfano, autore del libro.

Durante l’incontro, l’attrice Loredana Altieri leggerà alcuni brani dell’opera per coinvolgere il pubblico e renderlo partecipe dell’esperienza dell’autore.

L’iniziativa è curata e realizzata nell’ambito del Servizio Regionale di Mediazione Culturale YALLA, progetto triennale finanziato dalla Regione Campania – POR Campania FSE 2007/2013 e gestito da Cidis Onlus in partenariato con Gesco, attraverso la Cooperativa sociale Dedalus.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.