PRESENTATO A VENEZIA IL PORTALE DEI MUSEI VENETI

E’ stato presentato stamane al Palazzo Grandi Stazioni della Regione a Venezia il Portale Musei Veneti (http://musei.regione.veneto.it) il cui acronimo, PMV, oltre a identificare il sito accessibile a tutti gli utenti della Rete, è anche quello della piattaforma on-line, denominata Progetto Misurazione e Valutazione, attraverso la quale i musei inseriscono le informazioni dirette al pubblico.

“In questo portale – ha spiegato l’assessore regionale alla cultura – sono presenti le realtà del Veneto che, indipendentemente da tipologia, proprietà o natura giuridica, sono iscritte alla piattaforma PMV. E’ uno strumento già sperimentato da anni nel settore delle biblioteche: le pagine web propongono delle schede di presentazione dei musei con una grafica semplice e intuitiva, sulla base dei dati inseriti direttamente dai direttori e referenti dei musei nella piattaforma Progetto Misurazione Valutazione”.

Sui circa 350 musei del Veneto (un dato certo lo si avrà a conclusione del censimento di queste strutture che l’Istat sta svolgendo in tutta Italia), 250 sono quelli iscritti alla piattaforma. Si tratta di musei statali, provinciali, civici e privati, così distribuiti nelle sette province venete: 29 a Belluno, 45 a Padova, 18 a Rovigo, 25 a Treviso, 43 a Venezia, 38 a Verona, 52 a Vicenza.

“Quello che presentiamo oggi – ha sottolineato l’assessore – è anche un metodo di lavoro, un’esperienza di comunicazione istituzionale partecipata, uno strumento ideato dalle strutture regionali dei Beni culturali e dei Sistemi informativi, che prevede il coinvolgimento dei responsabili degli istituti museali. Grazie al PMV, chi è interessato a scoprire l’offerta museale della nostra regione, può farsi guidare nella scelta e decidere cosa andare a visitare anche attraverso la segnalazione del ‘museo del giorno’ oppure consultando le iniziative speciali, le mostre e gli eventi segnalati con dei ‘post-it’ virtuali. Sempre localizzabili sulla mappa interattiva, i musei possono essere anche selezionati tramite una maschera di ricerca che permette di scorrere le diverse tipologie espositive”.

“Non stiamo esibendo mirabolanti soluzioni tecnologiche – ha concluso l’assessore – e siamo consapevoli di poter migliorare ulteriormente questo prodotto. Ma sono convinto della grande utilità di un portale, costantemente aggiornato e implementato dai responsabili dei musei, in grado di offrire un esaustivo e completo servizio di informazione pubblica. Il nostro obiettivo finale è quello di realizzare un portale integrato di tutta la cultura veneta, al quale stiamo già lavorando”.