Premio “Elia Rosa”: grandi artisti per la decima edizione

Enzo Gragnaniello, Monica Sarnelli, Gianni Conte, Antonio Onorato, Daniele Sepe, Franco Del Prete e Lorenzo Hengeller. Sono i grandi ospiti della decima edizione del premio “Elia Rosa”, il concorso nazionale di esecuzione musicale aperto agli studenti delle scuole secondarie di I e II grado che vedrà la partecipazione di 60 istituti provenienti da ogni parte della Campania.

La rassegna musicale dedicata alla memoria di Elia Rosa, sassofonista scomparso prematuramente che nella sua carriera ha accompagnato artisti del calibro di Pino Daniele, Billy Cobhan, Don Cherry, Fred Bongusto, Enzo Gragnaniello e Nanà Vasconcelos, quest’anno è in programma dal 5 al 7 maggio al liceo scientifico Pitagora-Benedetto Croce di Torre Annunziata. La direzione artistica è di Pasquale De Angelis, il coordinamento organizzativo di Ciro Servillo. Il premio è stato presentato oggi nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno preso parte anche il presidente dell’associazione Elia Rosa, Carlo Piedepalumbo; il preside del liceo Pitagora-Croce, Benito Capossela; Gaetano Savarese dell’associazione dedicata al compianto sassofonista.

Giovedì 5 e venerdì 6 in particolare sono previste le esibizioni di tutte le scuole partecipanti, durante le quali verranno selezionati i primi classificati delle cinque categorie (sax virtuoso, licei musicali, scuole medie inferiori ad indirizzo musicale, solisti e gruppi). Sabato 7 maggio invece serata finale del concorso, presentata da Dino Piacenti, e premiazione delle sezioni e del vincitore assoluto scelto tra i primi classificati delle cinque sezioni a cui andrà il premio “Elia Rosa” (una scultura in oro e argento massiccio) oltre all’incisione del brano presentato al concorso con gli arrangiamenti dei maestri Aniello Misto e Gennaro Franco offerto dalla “Sud in Sound production and recording” di Gaetano Salvatore. La scuola seconda classificata sarà invece ospite in una delle kermesse internazionali promosse dall’A.T.S., diretta da Elisabetta Ricca, e al Sorrento Jazz diretto da Antonino Esposito.

I partecipanti (solisti, gruppi, orchestre, cori) potranno gareggiare con uno o due brani e sarà facoltà della giuria (composta dagli artisti ospiti) selezionare i più meritevoli per concorrere alla serata finale.

Come detto, il concorso si articola in cinque sezioni, ognuna delle quali avrà come “padrino” uno dei grandi artisti presenti alla decima edizione del premio “Elia Rosa”: sezione A-sax virtuoso, Daniele Sepe; sezione B-licei musicali, Enzo Gragnaniello; sezione C-scuole medie inferiori ad indirizzo musicale, Antonio Onorato; sezione D-solisti, Gianni Conte; sezione E-gruppi (per scuole non musicali con o senza voci), Franco Del Prete. Ad ogni concorrente primo classificato nella sua categoria andrà una borsa di studio del valore di 300 euro.

La scultura che premierà il primo classifico assoluto della manifestazione è stata realizzata interamente a mano dal maestro orafo Paolo Costabile su progetto grafico di Ubertina Avitabile. I materiali utilizzati sono 180 grammi di argento 925/°°° per la torre e l’ippocampo, 32 grammi di oro 750/°°° per il sassofono. Il sax è stato lavorato con la tecnica dello sbalzo dall’artista, due lamine d’oro sono state opportunamente sagomate e poi unite, per dare plasticità e leggerezza allo strumento. La base è di quarzite azzurra Azul Macauba, per simboleggiare il mare.