Premio Charlot, chiude sotto il segno del successo anche la XXVII edizione

Arena del Mare gremita per la serata di gala della XXVII edizione del Premio Charlot. Oltre 4000 persone hanno assistito alla serata che ha visto la consegna degli ambiti riconoscimenti a numerosi personaggi dello spettacolo italiano.
Condotta da un grandissimo Max Giusti la serata ha visto salire sul palco i beniamini del pubblico, ma anche importanti dirigenti dell’imprenditoria e della televisione. Ad aprire la serata la splendida voce della salernitana Lucia Lisi, poi a raffica sul palco sono saliti due giovanissimi talenti Matteo Valentini e Valerio Monaco, protagonisti di diversi spot pubblicitari e del programma televisivo “Ti lascio una canzone”. I due piccoli artisti rientrano nel progetto del Premio Charlot “Il Monello” voluto da Maria Rosaria Caracciolo. E’ stata poi la volta di un video messaggio: Il saluto allo Charlot e al suo pubblico di Vanessa Incontrada (impossibilitata per motivi lavorativi a presenziare alla serata) che insieme con Gabriele Pignotta, suo partner in teatro hanno ricevuto il Premio Charlot Teatro. Sul palco si sono poi alternati Michele La Ginestra e Giovanni Alleonato (Dirigente De Cecco) per il Premio Charlot al miglior spot pubblicitario, Edoardo Leo che ha ritirato il Premio Charlot Cinema per il film “Noi e la Giulia”. E poi ancora Pierfrancesco Pingitore al quale è stato assegnato il Premio Charlot alla Carriera. L’autore e regista di tantissimi programmi di successo, sul palco dello Charlot ha rivissuto insieme al pubblico alcuni dei momenti più belli ed esilaranti delle sue trasmissioni. Spazio poi al cabaret, quello doc, quello d’autore, con Dario Cassini che in 15 minuti è stato capace di conquistare e coinvolgere tutti i presenti in sala.
Il ritorno alle premiazioni ha visto ancora salite sul palcoscenico due beniamini del gentil sesso, Ettore Bassi che ha ricevuto il Premio Charlot Teatro per lo spettacolo “Trappola Mortale” e Roberto Farnesi che ha ricevuto il Premio Charlot Fiction per “Le tre rose di Eva”. Spazio ancora alla musica con il gruppo dei QuiSiSona (il cui leader è tra gli autori del brano vincitore della passata edizione del Festival di Sanremo, “Grande Amore”) e poi ancora premiazioni con Maurizio Casagrande al quale è stato consegnato il Premio Mc Donald. Casagrande dal palco ha voluto raccontarsi al suo pubblico, raccontare il suo film “Babbo Natale non viene dal Nord” girato interamente a Salerno e il suo pensiero sul Natale, ricordando gli insegnamenti avuti dal padre: “C’è chi nella vita ha avuto un grande padre (indicando Christian De Sica e ricordando il grande Vittorio) e chi come me ha avuto la fortuna di avere un padre grandino, che non mi ha mai fatto mancare niente, ma mi ha anche spiegato che il Natale non è ricevere, ma bensì donare”. Riconoscimenti pure per Adriano Coni direttore segretariato sociale della Rai (Menzione Speciale Charlot), il direttore centro produzione Rai Napoli, Francesco Pinto (Menzione Speciale Charlot). Pubblico in piedi per applaudire un grande della musica italiana Gino Paoli, giunto a Salerno un giorno prima del suo concerto per ritirare il Premio Charlot Grandi Protagonisti dello Spettacolo. Un momento di commozione, vera, sincera si è avuto quando sul palco è salito a ritirare il Premio Charlot per il miglior giornalista Federico Vacalebre che dopo i ringraziamenti non poteva non rispondere alla domanda di Giusti “Qual’è l’articolo più difficile che hai dovuto scrivere?” – “E’ stato quella notte del 4 gennaio….” non ha potuto continuare a parlare Vacalebre un applauso lungo, forte, spontaneo è partito dalla sala in omaggio e in ricordo di Pino Daniele. A consegnare la statuetta al giornalista del Mattino, un altro giornalista Gigi Marzullo. Ancora premi e video messaggi, questa volta quello di Anna Pettinelli, attrice, opinionista e conduttrice di un fortunato programma radiofonico in onda su RDS condotto insieme con Corrado Gentile. E’ toccato proprio al “Professore” radiofonico ritirare il loro Premio Charlot per il miglior programma radiofonico, poi è arrivata la madrina dello Charlot Manuela Arcuri che ha ricevuto anche il Premio Mc Donald, l’attrice e cantante Rosalia Misseri (Menzione speciale) e prima del gran finale spazio ancora al cabaret, questa volta con un altro volto amatissimo dal pubblico e protagonista per diverse edizione del fortunato programma tv “Colorado”, Carmine Faraco. Ha chiuso una serata davvero bella ed emozionante Christian De Sica che è tornato sul palco del Premio Charlot per ritirare il Premio Charlot Grandi Protagonisti dello Spettacolo.
E dopo una serata eccezionale come il gran gala, il Premio Charlot non si ferma, ma prosegue, infatti, domani (1 agosto) con ingresso gratuito, ci sarà da ridere con Teresa Mannino e il suo “Sono nata il ventitrè”.